Come velocizzare Windows Vista con pochi trucchetti

Windows Vista è ancora molto operativo su parecchi sistemi di portatili e computer fissi negli uffici così come nelle case di tutti noi.

Purtroppo con gli aggiornamenti sempre più frequenti da parte dei programmi e dei siti/app i nostri computer sono destinati a rallentarsi.

Specialmente se ingolfiamo l’hard disk con video e foto dai formati pesanti scaricati dai nostri smartphone.

Insomma, un bel giorno accade che il nostro sistema va in crash e diventa una macchina lentissima. I programmi partono con minuti o quarti d’ora di ritardo, le finestre si aprono e si bloccano e i video sui siti web vanno a rilento.

Ma, per fortuna, ci sono dei trucchi che possono aiutarci.

Disabilitare l’indicizzazione

L’indicizzazione consente a Vista di effettuare una ricerca rapida, ma questa implica uno spazio nella CPU. Per toglierla basta andare su C: e deselezionare la casella per la ricerca veloce nel disco e poi nel box successivo basta cliccare incluso sottocartelle e file.

Togliere la compressione differenziale e remota

Quest’ultima è un metro per sincronizzare il contenuto di due file, rilevandone le differenze.

Levarlo dalle opzioni PC è facile: si apre il Pannello di controllo, Caratteristiche dei programmi, si chiudono le caratteristiche di Windows e in basso si trova il flag da disattivare.

Velocizzare Vista senza la difesa automatica

Operazione un po’ più rischiosa, soprattutto se non abbiamo nessun antivirus installato. Togliere Windows Defender significa abbassare la guardia contro i malware.

Per disabilitarlo si apre il Pannello di controllo, si seleziona Windows Defender, poi Strumenti, Opzioni e si toglie l’auto-start.

Disattivare la deframmentazione

Quando il disco fisso è troppo pieno spesso usiamo la partizione di Windows. Per fare a meno di questa funzione, basta andare su Start, clic su C:, poi Strumenti e poi disattivare la schedulazione.

Disattivare l’ibernazione

Windows Vista non è di default settato per ibernarsi. L’ibernazione consente di spegnere il PC senza consumare energia.

Poiché incide sulle prestazioni del sistema, per disabilitarla basta andare su Pannello di controllo, Opzioni di accensione, poi cliccare su Cambia piano impostazioni. Da qui si va su Impostazioni avanzate di accensione e si allarga la selezione di pausa. Poi clic su Espandi ibernazione dopo la selezione, a questo punto bisogna spostare il settore sotto lo zero e poi confermare con Applica.

Eliminare il ripristino di sistema

Il ripristino di sistema è quella funzionalità che consente di creare un punto di ripristino, qualora il PC abbia dei salti improvvisi o nel caso in cui installiamo un componente che ci ha fatto dei danni.

Purtroppo anche questo costa energia al PC. Quindi, se non lo vogliamo, dobbiamo andare sul solito pannello, cliccare su Protezione di sistema (a sinistra), togliere il flag da disco primario e poi salvare.

Disabilitare i programmi auto-start

Può rallentare molto il nostro PC anche quell’opzione che lancia in automatico i programmi, appena il computer si accende.

Per evitare questa noiosa operazione, basta andare su Pannello di controllo, Strumenti di amministrazione, Configurazione di sistema e poi cliccare il tab Servizi.

Qui deselezionare: file offline, fax, servizio di terminale e ricerca di Windows.

Oppure altro percorso per disabilitare i singoli programmi è digitare msconfig sulla barra delle applicazioni, scheda Gestione attività e si possono scegliere le singole voci.

Pulizia e ordine nel PC

Infine ricordiamoci sempre che più puliamo il PC e meglio è.

I file temporanei, i residui di cache e di programmi disinstallati incastrati nelle cartelle interne sono un danno per Vista.

Quindi nella sezione apposita della pulizia disco, potete eliminare i file inutili.

Altra operazione basilare, specie all’inizio, è quella di togliere subito versioni di prova di antivirus, programmi multimediali, toolbar di ricerca sul web e programmi di grafica o video che non ci servono.