Se ti stai chiedendo come aprire file psd, ciò è dovuto probabilmente al fatto che sul tuo pc sono presenti alcuni file di questo tipo e magari tu ne ignori del tutto la provenienza. Anche se non sai da dove quei file siano comparsi, prima o poi dovrai aprirli per scoprirne il contenuto. Non sai proprio da dove iniziare? Bene, in questo caso puoi contare sul mio aiuto sia per cercare di capire meglio da dove abbia origine questo formato di file, sia per comprendere quali sono i programmi che riescono ad aprirlo.

Ti fornirò qualche utile consiglio su quali siano i migliori software attualmente in circolazione e ti illustrerò in breve le loro specifiche funzionalità, per dimostrarti quante cose si possono fare partendo da un semplice file in formato psd.

 

Partiamo dunque dalle basi e rispondiamo alla prima domanda. Cos’è esattamente un file psd? Psd non è altro che l’acronimo che sta per PhotoShop Document ed è proprio dal famoso programma di fotoritocco che lo stesso ha origine. A questo punto ti starai domandando probabilmente in cosa il psd si differenzia dagli altri comuni formati che può avere un’immagine, come ad esempio il jpeg, il gif o il tiff.

Ebbene, il psd è in grado di conservare tutte le informazioni di lavorazione dell’immagine, i livelli in primo luogo. In questo modo chi lavora con Photoshop, salvando questo tipo di file, ha la possibilità di recuperare tutte le informazioni in pochi click.

In pratica, dopo aver lavorato un’immagine in Photoshop, quando si va a procedere con il salvataggio, si può scegliere se indirizzarsi o meno su questo formato, a seconda delle esigenze che si avranno in futuro di lavorare nuovamente sul file. La scelta va ponderata, anche perché il psd è un file più pesante di un normale jpeg e se non si hanno particolari necessità può essere più pratico salvare direttamente in questo formato.

Questa premessa era assolutamente necessaria e adesso puoi concentrarti sul cercare di capire come aprire file psd. Tranquillizzati e prenditi due minuti di tempo, perché ti posso garantire che alla fine di questo tutorial sarai perfettamente in grado di aprire il file presenti sul tuo computer. Segui i miei consigli e vedrai che ti troverai bene e finalmente non avrai più problemi di visualizzazione delle tue immagini. Una volta compreso il meccanismo potrai persino aiutare i tuoi amici che come te sono in difficoltà nella gestione di questo tipo di file.

Photoshop (Windows ed OS X)

Senza alcun dubbio photoshop è il programma più indicato per l’apertura dei file psd. Se non hai Photoshop sul tuo computer dovrai ovviamente procedere al download dello stesso. Per questa breve guida su come aprire file psd, voglio però partire dal presupposto che tu abbia già installato tale programma sul tuo computer.

A questo punto non devi fare altro che andare a cliccare due volte sul file psd con il pulsante sinistro del mouse, ed ecco che l’apertura avverrà in automatico con quel programma. Il sistema alternativo è quello di andare a cliccare con il tasto destro del mouse e selezionare ‘apri con’ nel menu a tendina, dunque come programma andrai a scegliere Photoshop.

Una volta terminata la procedura si aprirà la finestra del programma e potrai visualizzarne il menu e tutti i tool a tua disposizione. Ricorda che aprendo con Photoshop un file psd potrai andare a modificare i singoli livelli, agire sulle lavorazioni effettuate in precedenza sull’immagine e persino eliminare quelle modifiche che non sono di tuo gradimento.

Insomma, lavorando su un file completo di tutte le informazioni legate alla storia della sua lavorazione, qualsiasi operazione ti sarà possibile. Le eccessive potenzialità del programma ti spaventano? Nulla esclude allora che tu non possa utilizzare semplicemente le funzionalità più elementari, come la calibrazione della luce e dei colori, il ritaglio o l’inserimento di testo, per dare un tocco di originalità alla tua immagine senza per questo complicarti eccessivamente la vita.

InfranView (Windows)

InfranView è uno dei tanti software alternativi a Photoshop che consentono di aprire senza problemi anche file in formato psd. Il programma è pensato per sistema operativo Windows e non è adatto per computer Mac. Si tratta comunque di un’ottima soluzione se non vuoi Photoshop sul pc perché non hai magari particolari esigenze di lavorare con il fotoritocco sulle immagini e preferisci indirizzarti su un software di più semplice fruizione. InfranView ha diverse caratteristiche che lo rendono un ottimo programma per chi ha semplicemente necessità di aprire i file e salvarli in un formato diverso, apportando allo stesso delle banali modifiche. Innanzitutto, InfranView è un software assolutamente gratuito e questo è già un vantaggio non di poco conto.

Per installarlo occorre prima scaricarlo sul computer e il download può essere effettuato direttamente dal sito web del programma. Occorre scegliere se scaricare la versione a 32 o a 64 bit, a seconda del proprio sistema operativo, e si può dunque procedere con il download, andando a cliccare sul pulsante Download now. Il download richiederà ovviamente alcuni minuti e nel frattempo dovrai rimanere in attesa. Una volta ultimata la procedura visualizzerai il file iviewxxx_setup-exe, quello che serve per l’installazione vera e propria.

Cliccandovi sopra per due volte si avvierà in automatico l’apposita procedura. Ti verranno poste alcune domande perché dovrai scegliere la modalità di installazione, specificando ad esempio se desideri creare un’icona sul desktop del computer e soprattutto dovrai indicare il nome della cartella di destinazione nella quale vorrai far confluire il programma.

A questo punto potrai dare l’ok per portare a termine l’installazione. In automatico, dopo alcuni secondi, il programma si aprirà e andrai a visualizzare una finestra con tutti i comandi. La prima cosa che dovrai fare sarà cliccare su ‘file’ e poi su ‘open’, per importare un’immagine dal computer. Ecco dunque che hai trovato un’altra soluzione su come aprire file psd senza troppa fatica! Ma le funzionalità di InfranView, come ti ho già accennato, vanno anche oltre la semplice visualizzazione dell’immagine.

Con questo programma, infatti, è possibile anche andare ad apportare delle modifiche al file, utilizzando gli appositi comandi presenti nel menu. In particolare, andando a cliccare su ‘Edit’ e poi su ‘Edit e poi su ‘Show Paint Dialog’, potrai procedere con la vera e propria lavorazione dell’immagine, aggiungere testo alla stessa, modificare i colori e persino sovrapporre ulteriori immagini, andando a personalizzare al 100% la foto.

Al termine dell’operazione non ti resterà che salvare, scegliendo una cartella di destinazione nel pc. Sempre dal menu di InfranView si può anche scegliere alternativamente di procedere direttamente alla stampa della fotografia e soprattutto è possibile regolare la visualizzazione a schermo della stessa, aumentando e diminuendo lo zoom, in modo tale da poter visualizzare ogni particolare e rendersi conto di eventuali difetti dell’immagine.

GIMP (Windows ed OS X)

GIMP è un programma molto utile per chi ama lavorare sulle foto ma allo stesso tempo non ha voglia di spendere soldi nell’acquisto di programmi dalle funzionalità eccessivamente professionali ed avanzate, quale può essere ad esempio Photoshop. Del resto, se si deve trovare un’alternativa al celebre programma di fotoritocco, GIMP è probabilmente la migliore disponibile al momento. Esattamente come InfranView, anche GIMP è un software completamente gratuito per il fotoritocco, che si può scaricare direttamente da internet. La procedura anche in questo caso è molto semplice, persino per i principianti.

Per avviarla devi collegarti al sito ufficiale www.gimp.org e in alto a destra troverai l’apposita icona per il download. Cliccandovi sopra avvierai in automatico la procedura. Atteso il completamento della stessa, a download avvenuto, dovrai procedere con l’installazione. Per fare ciò vai a cliccare due volte sul file scaricato e segui le istruzioni che ti compariranno direttamente a schermo. La procedura di installazione è infatti guidata passo passo ed è praticamente impossibile sbagliare.

Nel corso dell’installazione ti consiglio di scegliere di lasciare visibile l’icona del programma sul desktop perché ti tornerà utile averla ogni volta che ti troverai a dover avviare il programma. Proprio cliccando due volte su tale icona potrai far partire GIMP e, in pochi secondi, vedrai comparire la finestra del programma.

Ti appariranno tutte le funzionalità dello stesso e potrai iniziare a divertirti con qualche immagine. Ti stai chiedendo forse come aprire un file psd con GIMP? Niente di più semplice. Non dovrai fare altro che cliccare su File, in alto a sinistra nel menu e dopo aver scelto Apri, andare a selezionare il file psd in questione. Una volta visualizzata l’immagine a schermo potrai dunque iniziare ad utilizzare tutti gli strumenti che GIMP ti mette a disposizione per la sua elaborazione. Potrai ritagliare l’immagine, inserire del testo al suo interno, applicare effetti di sfumatura e via dicendo.

Anteprima (OS X)

A differenza di tutti i software che ti ho presentato finora, Anteprima è un programma pensato esclusivamente per i computer di casa Mac, con installato il sistema operativo OS X. L’aspetto positivo di questo programma è che lo stesso non deve neanche essere scaricato, perché la Mac lo fornisce di serie a tutti i propri utenti. Essendo già installato di default sul computer, il software è di immediato utilizzo e permette di aprire qualsiasi tipo di file, consentendo di visualizzarne l’anteprima.

Per poter andare ad aprire un file psd non devi fare altro che posizionarti sul Launchpad e andare a cliccare sull’icona corrispondente al programma stesso. Un secondo metodo per aprire il software è quello di andare su Spotlight e cliccare sulla lente di ingrandimento per poter procedere alla ricerca del programma andandone a digitare il nome.

Il primo risultato che andrai a visualizzare sarà proprio quello corrispondente al programma. Una volta aperto Anteprima visualizzerai a schermo la finestra del software e dopo aver selezionato il file psd dovrai cliccare su Apri.

La visualizzazione dell’immagine richiederà appena qualche secondo e la cosa interessante è che potrai anche decidere di effettuare sulla stessa qualche semplice ritocco, qualora tu lo ritenga opportuno. Gli strumenti del programma sono accessibili cliccando sull’icona a forma di valigetta che è posizionata in alto a destra. Una volta terminato il lavoro non ti resterà che procedere con il salvataggio finale della tua immagine.