Che abbiate acquistato un nuovo hard disk o un disco a stato solido o che decidiate di formattare il vecchio disco rigido del vostro PC, creare una partizione è uno di quelle operazioni fondamentali che non è possibile rimandare. Se sapete come creare partizione, infatti, potrete dividere lo spazio a disposizione per l’archivizione in due o più parti e organizzare al meglio i file al suo interno: in una partizione potrete installare sistema operativo e tutti gli altri software, mentre nelle altre partizioni potrete creare cartelle con canzoni, film, serie TV, documenti di lavoro e foto.

Se, invece, non sapete come creare partizione hard disk, è il caso che impariate: un disco partizionato offre maggiore sicurezza sotto molti punti di vista. Vediamo insieme, dunque, come creare partizione utilizzando software gratuiti e open source.

MiniTool Partition Wizard Free Edition è tra i programmi gratis per creare partizioni più apprezzati e utilizzati. Dotato di un’interfaccia grafica intuitiva, è semplice da utilizzare e offre prestazioni al di sopra della media. Come creare partizione con MiniTool Partition Wizard? Niente di più semplice. Dopo aver scaricato il programma e dopo averlo installato sul proprio computer, si potrà gestire lo spazio sul disco rigido a proprio piacimento. Si sceglie l’hard disk da dividere, si clicca sul menu Partition nella parte alta della schermata e si segue passo dopo passo l’intera procedura guidata.

come creare partizione
EASEUS Partition Master è un altro dei software più apprezzati per la gestione dell’hard disk e la creazione di partizioni. Anche in questo caso fare partizione hard disk è semplice e veloce. Scaricato e installato il programma sul PC si sceglie la partizione da dividere e si clicca su Resize/Move partition: in questo modo si divide la partizione principale del disco così da crearne una nuova. Si avvia così la procedura guidata che permette di creare una o più partizioni sul disco rigido.

come creare partizioneNato inizialmente per sistemi operativi Linux e UNIX, ma oggi utilizzabile su qualunque tipologia di computer, GParted è un software gratuito e open source semplice da utilizzare, ma rivolto a un’utenza con conoscenze informatiche avanzate (potrebbe essere necessario modificare le impostazioni del BIOS). A differenza dei software visti sinora, GParted non va installato sul disco rigido: si tratta di un liveCD da avviare prima del sistema operativo principale e da esso indipendente. Dopo aver scaricato l’immagine di GParted e averlo masterizzato su CD si inserisce il disco nel lettore e si riavvia il computer. Se le impostazioni del BIOS prevedono l’avvio da lettore disco, tutto andrà liscio e si potrà utilizzare GParted, altrimenti si dovrà accedere alle impostazioni del BIOS e modificarle.

Per fare partizione si deve selezionare il disco e cliccare su Resize/Move: si avvia la procedura guidata che vi permetterà di completare l’operazione in pochi minuti.

Vi chiedete come creare partizione Mac? Molto semplice. Il sistema operativo Apple mette a disposizione degli utenti Utility Disco, software per la gestione dello spazio di archiviazione nativo per OS X. Selezionato l’hard disk, si sceglie la scheda Partiziona e, nella parte bassa della schermata, si clicca sul pulsante “+”. Si avvia così la procedura guidata per creare partizione OS X.