Come saprai i driver sono una parte importante del sistema operativo. Generalmente, i driver vengono forniti su un DVD, insieme al tuo pc, in alternativa possono anche essere scaricati dal sito del produttore. Ma a volte, i driver potrebbero non essere disponibili anche sul sito del produttore, perché spesso capita che la casa produttrice decida di non fornire più il supporto per l’hardware in questione.In tali casi, eseguire un backup dei driver  sono una vera e propria benedizione. Hai capito bene! Ci sono dei software che si prendono il compito di copiarti i driver prima di un’ eventuale formattazione. Strano? Assolutamente no!

Se avete un sistema un po’ datato, e avete perso anche il dvd con i vostri driver, o non è possibile scaricare i driver dal sito del produttore dell’hardware, è cosa saggia trovare una soluzione a questo problema.

Ricorda, però, che i driver una volta scaricati, masterizzati oppure archiviati devono essere conservati in un posto sicuro perché, questo è un consiglio che vale oro, i driver servono quando meno te lo aspetti!

Il primo suggerimento di come eseguire un backup dei driver  che vorrei darti è quello di effettuare il backup dei driver con più di un software, in modo che se un programma non dovesse riuscire a ripristinarli, o non fosse in grado di ripristinarne alcuni, gli altri potrebbero essere in grado di fare il lavoro. In questa recensione, ho dato spazio soltanto ai programmi che oltre alla funzionalità di backup hanno anche l’utilissima funzione di ripristinarli!

I programmi che non hanno questa caratteristica, non sono stati inclusi nella guida proprio perché è molto più facile per un utente non esperto far procedere il programma piuttosto che installarli a mano uno ad uno. Ma ora vediamo una panoramica dei migliori software in circolazione!

Entriamo nel vivo di come eseguire un backup dei driver.

Double Driver ha un’interfaccia semplice, ed il programma è molto facile da usare. La sua caratteristica principale è che può effettuare il backup dei driver anche da un pc non connesso ad internet.

Questo è molto utile nei casi in cui un sistema abbia seri problemi e non si riesca ad avviare neppure il wifi o la rete lan. Per il backup, come impostazione predefinita, i driver che non sono Windows non vengono selezionati nella lista.

E’ comunque possibile selezionarli tutti, oppure nessuno! Potrai anche anche selezionare singoli driver di tua scelta.

E’ possibile salvare i driver in cartelle, come una cartella compressa, o in un singolo file autoestraente. Il ripristino è estremamente facile. Seleziona la cartella dove è stato eseguito il backup in precedenza, vedrai così l’elenco dei driver che posso essere ripristinati. Anche in questo caso è possibile scegliere, eventualmente, quali driver installare. Il processo di ripristino è abbastanza veloce.

Double Driver ha anche la possibilità di salvare l’elenco dei driver in un file di testo. Questa funzione è molto utile, per vedere quali driver sono stati installati nel sistema. La lista è abbastanza completa, nome, numero di versione, la data, l’ID hardware, ecc…

Nel complesso, Double Driver è semplice, molto affidabile, ha alcune buone caratteristiche che lo rendono la scelta migliore nella categoria.

Come eseguire un backup dei driver

Passiamo poi a un ulteriore software per come eseguire un backup dei driver è SlimDrivers!

Ha un’interfaccia utente moderna e accattivante, davvero bella anche da guardare. Per il backup e il ripristino questo programma ci fornisce un elenco di driver, che è molto simile alla lista che è possibile vedere in Gestione periferiche.

Tuttavia nonostante sia ben fatto e semplice da usare, SlimDrivers non ha la possibilità di selezionare i driver non Windows, o driver di terze parti il che potrebbe essere uno svantaggio per gli utenti che vogliono ripristinare soltanto i driver del sistema operativo. Al momento del ripristino dei driver, mi sono imbattuto in alcuni errori.

Tuttavia con mia somma sorpresa, una volta finito il processo, ho scoperto che i driver erano stati ripristinati con successo. Ma ovviamente, gli errori in informatica esistono, e quindi l’affidabilità di qualsiasi software non è mai certa al 100%.

Una cosa importante da ricordare: nelle opzioni, assicuratevi di selezionare la stessa cartella sia per il backup e ripristino, in caso contrario, l’elenco dei driver non vi comparirà nella sezione ripristina, e quindi non sarà possibile selezionare i driver uno ad uno ma il programma li installerà tutti!

Come eseguire un backup dei driver

E’ arrivato il turno di DriverBackup che ha ottime capacità di backup e ripristino dei driver!

Per il backup, DriverBackup è davvero eccezionale; il software infatti, fornisce alcune opzioni veramente utili. Quando viene avviato, è possibile notare una lista con tutti i driver installati selezionati per impostazione predefinita.

Tuttavia, se si vuole scegliere solo i driver di Windows, o solo driver di terze parti, possono essere facilmente selezionati con un semplice clic! La selezione può essere ancora più precisa se si ha necessità di selezionare i driver con firma digitale, cliccando sempre sui pulsanti che vedete a vista. I driver sono salvati individualmente in cartelle, in base ai nomi dei dispositivi.

Questo risulta essere davvero molto interessante, in quanto ci da la possibilità di capire cosa stiamo installando e soprattutto quali periferiche sono all’interno del nostro pc! Il programma genera anche un file .bki che contiene informazioni sui driver di backup.

Questo file viene utilizzato al momento del ripristino. Anche in questa fase è possibile la selezione dei driver singolarmente in modo da scegliere quali driver ripristinare! Il programma ha un ottimo file con le linee guida, che spiega come eseguire tutte le differenti fasi dell’operazione. In complesso un buon programma di backup e ripristino!

Come eseguire un backup dei driver
Infine includo in questa lista anche DriverMax che aveva tantissime opzioni utili, prima della versione 6, ma a partire dalla versione 6, tutte quelle opzioni sono state magicamente eliminate.

Davvero un peccato. Ora, non c’è alcuna possibilità di vedere, o salvare un report dei driver esistenti, una caratteristica che era assolutamente fondamentale e presente nelle versioni precedenti.

Le versioni precedenti offrivano un’opzione per salvare i driver di Windows, e/o driver di terze parti. Ora, è possibile effettuare il backup solo dei driver di terze parti. In precedenza era possibile scegliere e selezionare quali driver salvare oppure no. Queste opzioni, purtroppo non esistono più.

L’interfaccia è nuova, moderna e migliorata ma questi risultano essere gli unici miglioramenti. Sembra che abbiano deciso di distruggere la versione gratuita a favore di quella a pagamento tant’è che la schermata di backup mostra solo driver di terze parti!

Non ci sono opzioni visibili, ma facendo clic sul pulsante Backup, le opzioni per selezionare soltanto i driver che ci interessano possono solo “essere guardate”. Della serie: “compra la versione a pagamento”. Se non si sceglie una posizione per il salvataggio del backup, i file verranno sottoposti a backup e salvati come un archivio compresso in My Drivers nella cartella Documenti.

Questa è la posizione predefinita da cui DriverMax tenterà il ripristino dei driver. La cosa ottima è che il ripristino avviene direttamente dal file zip e quindi voi non dovrete fare nulla, nemmeno estrarre i file salvati! Il processo di ripristino risulta essere abbastanza lento, soprattutto paragonandolo ad altri programmi. Però, bisogna dirlo, nonostante sia lento risulta molto affidabile.

Come eseguire un backup dei driver

Eccovi, per concludere, una lista di programmi che io eviterei. Non perchè facciano danni ma semplicemente perchè non ci aiutano a portare a termine la nostra missione fino in fondo!

Driver Magician Lite Svolge il compito di salvare i driver molto bene, ma purtroppo, non ripristina i driver. Presenta una lista ordinata di driver installati, con i driver di terze parti (cioè, i driver non presenti in Windows per impostazione predefinita), segnati in rosso, rendendo più facile distinguerli.

Gli utenti possono selezionare questi driver, possono selezionare quelli di loro interesse o selezionarli tutti in base alle esigenze. Il backup viene eseguito in cartelle ben strutturate con i nomi dei dispositivi ben in vista!

DriverPack Solution Lite. Il programma è più un programma di aggiornamento dei driver. C’è l’opzione per il backup, ma non vi è alcuna possibilità di ripristinare i driver salvati.

Nella finestra di backup, c’è la possibilità di salvare il backup in formato exe, ma devo dirlo non sembra funzionare correttamente.

Ho eseguito il backup dei driver utilizzando sia il formato exe, e quelli salvati in modo tradizionale, e non ha trovato alcuna differenza nel modo in cui i driver sono stati sottoposti a backup.

Ora hai tutte le nozioni per poter salvare e ripristinare correttamente i driver del tuo pc! Ma ricorda che quando si va a formattare un pc, l’installazione dei driver non è l’unico problema nel quale ti potrai imbattere! Quindi informati e leggi guide come questa che potranno aiutarti a risolvere i tuoi problemi informatici senza spendere un centesimo!

Ecco come eseguire un backup dei driver…facile no?

In bocca al lupo.


Importante per me: Ogni volta che mi impegno nella scrittura di questi post lo faccio per tutti i lettori come te che sono interessati a ricevere utili consigli.

Per questo ti chiedo se puoi condividere l’articolo con i pulsanti che trovi qui in basso: la più grande soddisfazione per me è ricevere condivisioni e commenti di critica positiva (e negativa)!