Il firewall di Windows è troppo invadente e non ti permette di utilizzare come vorresti la rete ed alcuni software installati sul tuo Pc? Non disperare, queste poche righe sono volte a spiegarti punto per punto come modificare impostazioni  firewall Windows.

Come modificare impostazioni firewall Windows

Ma cos’è il firewall e come funziona? Il firewall non è nient’altro che un componente introdotto dagli sviluppatori Microsoft ai tempi di Windows XP e che ha il potere di tenere sotto controllo qualsiasi connessione in ingresso ed in uscita effettuata sulle porte di rete. Il firewall ha mostrato la sua utilità fin dagli albori, perché in grado di evitare numerosissime intrusioni esterne effettuate per mezzo della rete.Vediamo come modificare impostazioni firewall Windows.

Le funzioni di cui è stato dotato, tuttavia, consentono anche di implementare talune impostazioni personali votate ad evitare la connessione ad host e servizi non graditi, o, al contrario, per permettere ai dispositivi e a specifici utenti autorizzati di effettuare il collegamento. Microsoft ha rilasciato un firewall robusto e ben organizzato sin dalla primissima uscita, tant’è che buona parte delle suite per la sicurezza del Pc che sono state pubblicate in seguito, hanno scelto di non sostituirsi alle funzioni già offerte dal firewall di Windows, ma soltanto di integrarle con un ventaglio di ulteriori strumenti e di impostazioni avanzate.

Tuttavia, se esiste un punto a sfavore del componente di Microsoft, è da rintracciare nella sua interfaccia, poco intuitiva e ancor meno informativa. Windows Firewall, infatti, è stato creato per lavorare in incognito, senza molte possibilità di interazione con l’utente. Tuttavia, è possibile importare nelle azioni del firewall alcuni cambiamenti. Vediamo come modificare impostazioni firewall Windows.

Come modificare impostazioni firewall Windows per usare i programmi P2P o qualsiasi altro software che utilizza la connessione
Spesso, per utilizzare i software per il peer to peer (ma non solo) diventa necessario sapere come modificare impostazioni firewall Windows che ne limita o addirittura ne vieta l’accesso. Per ottenere l’accesso alla rete di un programma in particolare non dovrai fare altro che cliccare sul tasto “Start” ed accedere al pannello di controllo, quindi digitare il termine firewall all’interno della casella di ricerca. Seleziona la voce Windows Firewall e clicca su “Consenti programma o funzionalità con Windows Firewall”.

A questo punto, dovrai accedere all’elenco denominato “Modifica Impostazioni” e, se il software dovesse richiedertele, dovrai fornire la password che ti connota come amministratore del dispositivo in uso. Nell’elenco dei programmi che visualizzerai non dovrai fare altro che selezionare quello (o quelli) che desideri abilitare e confermare le tue scelte cliccando su “Ok”.

Come interpretare le azioni del firewall di Windows

Il firewall pensato e costruito da Microsoft agisce nell’ombra e non comunica le azioni intraprese. Tuttavia, questo può essere considerato un comportamento positivo, soprattutto se paragonato a quello che connota altri firewall, che mostrano un avviso ogni volta che interrompono o consentono una connessione nuova in entrata o in uscita bombardando di continuo l’utente con informazioni non richieste.

Tuttavia, è anche vero che quando se ne modificano le regole e si ha voglia di constatare che tutto funzioni come desiderato, oppure quando di sospetta di essere diventati il bersaglio di un attacco informatico, diventa necessità di qualsiasi utente analizzarne il funzionamento ed accertare che le impostazioni appena importate contribuiscano a debellare la minaccia. Il log del firewall è uno strumento che può essere di grande aiuto per l’utenza se interpretato con attenzione, essendo un file di testo che trascrive tutte le azioni intraprese dal firewall e che riporta tutte le connessioni tentate.

Di norma, però, l’impiego del log risulta disabilitato, considerato che questo file tende con estrema rapidità a diventare estesissimo e quindi di difficile interpretazione. Ma adesso voglio spiegarti come renderlo attivo e come usarlo ai fini dell’interpretazione delle azioni eseguite dal firewall. Innanzitutto, richiama la finestra d’esecuzione utilizzando la scorciatoia presente sulla tastiera (premi il tasto Windows+r), quindi digita la stringa “wf.msc”.

Fatto ciò si aprirà la finestra di sicurezza avanzata nella quale configurare firewall in maniera più approfondita di quanto concede la semplice schermata del firewall accessibile tramite il pannello di controllo. Quest’ultimo, mediante l’accesso alla sezione denominata “Sistema e sicurezza”, conduce alla schermata tradizionale del firewall Windows, dalla quale è possibile modificare ben poco. Accedendo al pannello delle impostazioni avanzate, invece, potrai attivare il file di log del firewall cliccando sul comando “Proprietà” presente nell’elenco denominato “Azioni”, sistemato sul fianco destro della schermata.

Procedi selezionando la scheda “Profilo privato” e clicca sul tasto “Personalizza”, compreso nella sezione “Registrazione”. Si aprirà una nuova finestra di dialogo all’interno della quale dovrai verificare e, se ce ne fosse il bisogno, modificare il percorso del file. Dopodiché clicca sull’opzione “Si” presente di fianco alla voce “Registra pacchetti ignorati” e alla voce “Registra connessioni riuscite”. I primi si riferiscono ai file bloccati dal firewall, al contrario, le connessioni riuscite sono i pacchetti che il firewall Windows ha lasciato passare.

A questo punto, dovrai confermare le scelte appena fatte e premere sul tasto “ok”. Passando alla finestra denominata “Profilo pubblico” dovrai cliccare sulla voce “Personalizza” presente nel menù della sezione “Registrazione”, quindi sarai chiamato a ripetere la medesima procedura appena illustrata. Dopo aver portato a termine le modifiche delle impostazioni del firewall Windows, dovrai tornare nella sezione principale del software e selezionare l’opzione “Monitoraggio”, presente nell’elenco posto sulla sinistra. Accedendo alla sezione chiamata “Impostazioni registrazione” troverai un collegamento attraverso il quale ti sarà possibile accedere al file di log ogni volta che lo vorrai e senza doverlo prima cercare.

Ti basterà utilizzare il comando “Esplora file” e cliccare su di esso per avere accesso al log sistemato all’interno del Blocco Note. Come hai potuto appurare, come modificare impostazioni firewall Windows non è difficile come potrebbe sembrare, tuttavia, il contenuto del file di log potrebbe risultare illeggibile ad un primo approccio.

L’intestazione del log, indicante la versione del componente in uso ed alcune informazioni sulle note elencate di seguito, precede un nutrito elenco di stringhe che corrispondono alle connessioni in entrata ed in uscita tentate.

Ad ogni riga corrisponde la data e l’ora in cui è stata tentata la connessione, nonché una sigla che informa sulla buona o cattiva riuscita della connessione stessa. Nel caso la connessione sia andata a buon fine la parola che troverai sarà “Allow”; in caso contrario troverai il termine “Drop”. Infine, è possibile anche venire a conoscenza del protocollo impiegato, degli indirizzi remoti e di tante altre informazioni altrimenti irreperibili.

I termini “Send” e “Receive” fanno riferimento alle connessioni in uscita (le prime) e in ingresso (le altre). Per ottenere maggiori informazioni è possibile anche consultare la guida che Microsoft ha pensato di fornire agli utenti per illustrare in maniera più approfondita il funzionamento e i dati reperibili nel testo del file di log del firewall.