Se ti stai chiedendo come registrare video desktop significa che hai necessità di realizzare un video in cui mostrare tutto ciò che avviene sullo schermo del tuo pc.

Leggi anche:

Come vedere film gratis senza registrazione:guida completa

Desktop Remoto: come entrare nel computer di un altro

Come registrare in Skype

 

Registrare video desktop: come

Solitamente quando si ha questa necessità è perché ci si trova per un motivo o per un altro a voler memorizzare tutti i passaggi che si compiono per l’esecuzione di un determinato programma, perché si vuole realizzare un tutorial specifico, o semplicemente perché si vuole illustrare con un video la procedura esatta a un amico che ci ha chiesto una spiegazione.

Non è forse questo il tuo caso? Se ho ragione significa che sei alla disperata ricerca di un programma che sia adatto al tuo scopo, non troppo invasivo per il pc ma al tempo stesso ottimale per la registrazione.

Se le cose stanno così significa evidentemente che hai davvero bisogno del mio aiuto, perché non solo non sai come registrare video desktop, ma non hai neanche idea di dove poter trovare un software adeguato.

Quello che voglio fare è andare a consigliarti una serie di applicazioni che si adattano perfettamente a Windows o Mac, a seconda dei casi, e per i quali non dovrai spendere neanche un centesimo.

La seconda buona notizia che devo darti, infatti, è che tutti questi software si scaricano da internet in modo assolutamente gratuito. Questi programmi consentono di salvare non solo quanto si vede a video ma anche l’audio corrispondente.

Ciò significa che il video che andrai a realizzare sarà una riproduzione fedele al 100% di quanto è accaduto sul tuo computer.

Inizio dunque ad elencarti i più importanti di questi software, quelli che secondo il mio parere sono anche i migliori, per funzionalità e praticità.

OBS (Open Broadcaster Software)

OBS, Open Broadcaster Software, è un programma open source, che si può scaricare in due differenti versioni, una per Windows e una per Mac (sistema operativo OS X). Lo metto al primo posto della mia scaletta perché ritengo che le sue funzionalità non abbiano eguali.

Solo per farti un primo accenno di cosa puoi fare con OBS, tieni presente che non solo questo software ti permette di registrare il video di quanto stai vedendo a schermo, ma ti consente anche di combinare la tua registrazione con quanto ripreso in contemporanea da una webcam.

A cosa serve, ti starai chiedendo, uno strumento del genere?

Te lo spiego subito. Metti il caso che tu abbia intenzione di registrare una sorta di tutorial da pubblicare magari su You Tube o da inviare a un tuo amico in forma privata, avrai bisogno non solo di mostrare lo schermo, ma anche di apparire tu stesso nel video che stai realizzando, almeno in quei momenti in cui ti trovi a parlare a lungo per dare spiegazioni teoriche che non richiedono alcun passaggio visualizzabile a schermo.

Con OBS puoi fare tutto questo e anche di più, perché tale programma ti consente persino di trasmettere direttamente in streaming quanto stai registrando.

Ebbene, tu che ti chiedevi come registrare video desktop, sai ora che tale registrazione può avere diverse sfaccettature e che la scelta del programma deve essere dettata proprio dalle esigenze specifiche che si hanno.

Ma torniamo subito ad OBS, perché devo innanzitutto spiegarti come scaricare il programma sul tuo computer. La prima cosa che devi fare è andare a collegarti al sito internet ufficiale e andare a scegliere la versione di cui desideri scaricare il file per l’installazione, che può essere quella per Windows o per Mac.

Per quanto riguarda Windows, tieni presente che se usi ancora Xp come sistema operativo non potrai andare ad installare questo programma, che è compatibile solo con le versioni successive, da Windows 7 in poi. Seguire i passaggi per il download è abbastanza semplice.

Devi cliccare su Get OBS Beta e, a download terminato andare a cercare il file OBS_xx_Installer.exe, per poi acconsentire alle richieste automatiche che ti vengono fatte per procedere con l’installazione vera e propria del programma sul tuo computer.

Il funzionamento del programma è di una facilità estrema. Naturalmente al primo avvio dovrai andare ad inserire le tue impostazioni personalizzate, che poi ti porterai avanti ogni volta, a meno che tu non voglia modificarle per qualche particolare motivo.

La prima cosa che devi andare a fare una volta avviato OBS è accedere alle Impostazioni. Da qui infatti potrai andare a modificare i parametri del broadcast e indicare dunque al programma che tipo di registrazione intendi effettuare.

Se, come avviene più di frequente, la tua esigenza è semplicemente quella di registrare il video dello schermo, senza trasmetterlo in streaming ma andando a salvarlo invece su file, vai subito ad intervenire sulle impostazioni relative alla modalità di registrazione e comunica al programma che il tuo video dovrà essere salvato semplicemente come file MP4 in una cartella che contemporaneamente andrai a specificare.

Fai attenzione, perché affinché le tue nuove impostazioni vengano salvate dal programma dovrai cliccare prima su Applica e poi su OK.

Altra impostazione che dovrai andare a inserire manualmente è quella relativa alla tipologia di registrazione. Il programma deve sapere infatti se intendi registrare soltanto il desk oppure vuoi effettuare una registrazione combinata anche con la webcam.

Questa volta andrai ad agire sulle Sorgenti a cui OBS farà riferimento per procedere con la registrazione. Accedi alla voce corrispondente, sempre partendo dalle impostazioni generali, e vai a cliccare su Aggiungi.

Nel caso in cui tu voglia semplicemente registrare quanto accade sul desktop devi soltanto andare a scegliere la cattura dello schermo come voce da aggiungere.

Se, al contrario, la tua registrazione dovrà essere combinata, per comunicarlo al programma non dovrai fare altro che aggiungere anche il corrispondente dispositivo di cattura video.

La cosa interessante è che OBS ti permette anche di andare a posizionare a tuo piacimento il video registrato dalla webcam, collocandolo in un punto ben preciso della finestra.

Per ottenere questo non devi fare altro che cliccare su Modifica scena e spostare manualmente il riquadro corrispondente al video realizzato dalla tua webcam.

Lascialo pure nel punto che ti sembra più consono, ad esempio in basso a sinistra, dove non sarà troppo di intralcio nella visualizzazione del video principale, che è quello che riproduce il desktop.

Un ultimo aspetto che puoi andare a personalizzare con OBS riguarda l’audio. Dalle impostazioni puoi regolare il volume e stabilirne i livelli corrispondenti e puoi farlo in modo differente agendo separatamente per gli altoparlanti e per il microfono.

Puoi decidere ad esempio di impostare un volume più alto per la tua voce e più basso per l’audio che esce dal computer o viceversa, a seconda di cosa ritieni più opportuno fare affinché il tuo video risulti adeguato allo scopo e ben realizzato.

Giunto a questo punto con le impostazioni, non ti resta che avviare la tua registrazione. Quando avrai finito dovrai semplicemente chiedere a OBS di interrompere la registrazione, direttamente dalla schermata principale.

Quick Time per Mac

Se stai cercando un software che ti offra la possibilità di registrare video desktop ma non hai troppe pretese, puoi utilizzare Quick Time.

Perfetto per Mac, dove lo trovi già installato con il sistema operativo OS X. Ho fatto una premessa dicendoti che non devi avere in merito troppe pretese, perché dopo averti illustrato tutte le funzionalità di OBS, non posso non farti notare una carenza di Quick Time.

Questo programma, infatti, non consente di effettuare una registrazione combinata del desktop con la webcam, ma tu ti stai chiedendo come registrare video desktop, quindi non dovresti aver bisogno di altro. In questo caso si possono effettuare entrambi i tipi di registrazione, ma separatamente l’una dall’altra.

Non si può negare però che utilizzare Quick Time per questo tipo di operazioni è di una semplicità estrema. Per avviare il programma è sufficiente cliccare sull’icona corrispondente ed ecco che compare una finestra in cui ti viene data la possibilità di scegliere tra diverse opzioni: nuova registrazione filmato, nuova registrazione audio, nuova registrazione schermo.

Tu opterai ovviamente per quest’ultima e ti si aprirà subito una piccola finestra di registrazione schermo. A fianco al pulsante REC, che è quello che serve per avviare la registrazione, troverai anche un altro pulsante che ti permetterà di scegliere se registrare l’audio oppure soltanto il video.

Per quanto riguarda l’area dello schermo che sarà oggetto di registrazione, anche in questo caso sei tu a scegliere.

Potrai selezionare l’intero desk semplicemente cliccandoci sopra con il mouse, o scegliere una specifica area dello stesso. A registrazione ultimata potrai decidere se esportare il tuo filmato in formato 1080p o 720p.

Nel caso in cui la tua registrazione non debba riguardare il desk ma la webcam, dovrai semplicemente modificare la tua scelta iniziale, selezionando nuova registrazione filmato anziché nuova registrazione schermo, mentre per il resto la procedura è la stessa.

Screencast – o – Matic
Un programma un po’ più complesso per la registrazione video del desktop è Screencast Matic. Anch’esso è scaricabile gratuitamente come i precedenti ma ha sicuramente delle funzioni in più rispetto a Quick Time, che possono tornare molto utili a chi utilizza spesso questo tipo di software.

Innanzitutto, rispetto ai precedenti programmi, la differenza sostanziale è che Screencast si presenta come un servizio online che funziona tramite Java, scaricando l’app sul computer. In ogni caso, proprio perché si tratta di un programma abbastanza complesso rispetto agli altri due che abbiamo visto, esso non viene messo a disposizione gratuitamente al 100%.

Alcune funzioni sono infatti limitate e i video che si realizzano, ad esempio, non possono essere più lunghi di 15 minuti, a meno che non si decida prima o poi di passare alla versione a pagamento. Per utilizzarlo basta andare sul sito ufficiale di Screencast e dopo aver cliccato su Start Recording e Record Screencast ti comparirà a schermo il pulsante che ti permetterà di andare a scaricare il launcher, l’applicazione che ti consentirà di utilizzare questo servizio, anche se solo nella sua versione di prova.

Una volta terminato il download del file corrispondente non dovrai fare altro che andare ad avviare l’installazione del launcher. Terminata questa procedura potrai finalmente iniziare ad utilizzare il servizio, sempre dal sito internet dello stesso, dando il consenso, di volta in volta, all’utilizzo del launcher che hai appena installato.

Sembra una procedura complessa ma in realtà si tratta di pochi, semplici, passaggi ed è il programma stesso a guidarti.

La registrazione si avvia con REC e si chiude con DONE. Tra le tante potenzialità che il programma mette a disposizione c’è anche la possibilità di scegliere il formato video in cui si preferisce effettuare il salvataggio tra mp4, avi e flv.

Ora che sei giunto al termine di questa guida dovresti aver capito come registrare video desktop e dovresti essere in grado di farlo senza problemi. Non ti resta che scegliere il programma che preferisci!