Come installare un secondo hard disk interno

Vediamo ora i passaggi per installare un secondo hard disk all'interno di un computer fisso per aumentare la capacità di archiviazione dati del nostro pc.

0
498

La causa principe che ci spinge all’acquisto di una seconda unità di memoria è l’aumento della capacità di archiviazione dati.
Le vie per far fronte a tale problema sono molteplici:

-acquisto hard disk (HDD) interno
-acquisto di unità a stato solito (SSD)
-acquisto hard disk (HDD) esterno

SSD e HDD fanno lo stesso lavoro (avviano il sistema, archiaviano programmi e file personali), ma hanno delle differenze meccaniche ed economiche non trascurabili.

Gli SSD sono molto più costosi rispetto agli HDD. Questo è dovuto a molti fattori:

-la velocità di scrittura degli SSD è molto più elevata; basti pensare che un computer con sistema operativo su SSD ci impiega circa 10-15 secondi per avviarsi, mentre un HDD arriva fino ai 40-50 secondi.
-Affidabilità maggiore: un SSD scrive in un chip, quindi l’unità è ferma, mentre un HDD è un disco meccanico sempre in movimento e, quindi, soggetto a rotture più frequenti.

Per una quantità notevole di dati da archiviare è consigliato l’utilizzo dell’HDD a causa del costo proibitivo dell’unità a stato solido.

L’utilizzo di un HDD esterno è invece consigliato per estendere la memoria di un computer portatile.

Se il PC non è di 10 anni fa, l’installazione di un HDD secondario sarà un lavoro facile e veloce, che potrà essere fatto da qualsiasi persona.
Vediamo ora i passaggi per come installare un secondo hard disk all’interno di un computer fisso:

1-Acquisto di un hard disk, come detto sopra, meglio quest’ultimo rispetto a SSD per limitare i costi.

2-Prima di fare qualsiasi operazione è consigliato eseguire un backup dei file più importanti. Ecco alcuni programmi gratuiti per tale scopo:
“AOMEI data Backuper”
“Easus Backup”
“Macrum Reflect”
“Iperius Backup”
Fare il Backup non è necessario, ma non si sa mai.

3– Stacchiamo tutti i cavi dal PC e svitiamo le viti dell’involucro, generalmente in alluminio, del PC, detto “case”; facendo attenzione che non ci siano altre viti che tengono insieme il tutto, stacchiamolo, senza troppa delicatezza.
Al suo interno troveremo una “tavoletta” verde alla quale sono attaccati dei circuiti. Quella è la scheda madre.

4-Non è difficile muoversi all’interno di un computer perchè è simile per qualsiasi modello. L’hard disk già installato, simile a quello che abbiamo in mano, lo riconosceremo all’interno di una fessura (gabbia) già predisposta per l’inserimento di un hard disk secondario.

Come installare un secondo hard disk
5-Se il computer ha meno di 7 anni circa si utilizzerà un cavo SATA per collegare l’hard disk al PC. In caso contrario sarà presente un cavo IDE simile, per dimensione, ad un nastro. I cavi che collegano l’HDD al PC sono due; uno serve per l’energia elettrica e l’altro per la scrittura dei dati dal PC al disco fisso. Generalmente i cavi vengono dati in dotazione all’acquisto dell’hard disk oppure all’acquisto del computer.
Se la scheda madre non permette il collegamento di un secondo hard disk significa che il PC è vecchio e non predisposto allo scopo.

6-Facciamo scorrere l’HDD nella guida in acciaio adiacente all’hard disk principale, facendo attenzione che le guide non siano ustruite da cavi o pezzi vari. Quindi delicatamente, ma con decisione, inseriamo il secondo hard disk vicino al primo rivolto allo stesso modo.

Una volta inserito il disco fisso nella gabbia e avendo fatto combaciare i vari fori presenti sul HDD e sulle guide, lo fissiamo con le viti in dotazione.
Alla fine si procede con il collegamento dei vari cavi e delle prese.

7-Per configurare l’hard disk, una volta acceso il PC, basta aprire la gestione dischi (dal menù Start, in basso a sinistra del dekstop, cerca “esegui”e scrivi il comando dskmgmt.msc) e proseguire con la “formattazione dello spazio non allocato”.

Ecco come installare un secondo hard disk.

Il gioco è fatto e in bocca al lupo.