Scegliere il miglior tablet Android

Scegliere il miglior tablet Android potrebbe apparire complicato ma bastano piccoli accorgimenti per portarsi a casa un device di buon livello e a buon prezzo.

0
44

Scegliere il miglior tablet Android non è cosa semplice. Il mercato oggi propone una gamma infinita di terminali, il rischio concreto è quello di non fare la scelta giusta, o peggio di entrare in totale confusione, cerchiamo dunque di liberare la nostra mente, perchè tantissimi device che possono apparire simili, sono invece profondamente diversi per qualità e caratteristiche.

Dunque come scegliere un tablet oggi, senza incorrere in qualche brutta sorpresa e soprattutto come fare per spendere il giusto e scegliere quello che più ci serve, in base ai nostri gusti e alle nostre esigenze.

Scegliere il miglior tablet Android: piccoli accorgimenti

Il tablet è un dispositivo elettronico, di ultima generazione, che può sostituire in tutto o in parte gli attuali computer.
Scegliere un tablet potrebbe apparire complicato, forse lo è, ma bastano piccoli accorgimenti per portarsi a casa un device di buon livello e a buon prezzo.
Per dovere di cronaca, occorre precisare subito che non esiste un tablet migliore di un altro, o meglio la scelta di un tablet dipende molto da quanto si è disposti a spendere, più il prezzo è alto più il tablet sarà migliore, sotto tutti i punti di vista.

Le caratteristiche che il miglior tablet Android deve avere per essere considerato un buon terminale, dipendono dalla quantità di ram presente al suo interno, dalle dimensioni del display e soprattutto dalla quantità di memoria di massa presente al suo interno, cosiddetto disco rigido o più comunemente conosciuto col nome di hard disk.

Vale la pena dunque virare su quei tablet che hanno come minimo un giga di ram, una risoluzione da 1024 x 600 pixel e una quantità minimo di disco rigido almeno di otto giga, meglio in questo caso se accompagnato da una memoria di archiviazione di massa, da usare all’occorrenza e tramite porta USB, altrimenti è consigliabile un device con sedici giga di disco fisso. Teniamo in considerazione ad esempio che su otto giga di disco fisso presente su un terminale, almeno tre sono occupati dal sistema operativo e da altre applicazioni di sistema, dunque ne abbiamo otto ma in realtà ne potremmo utilizzare cinque circa.

Per quello che concerne il comparto fotocamera, se si è soliti scattare foto o video, occorre virare su dispositivi che abbiano una fotocamera sia frontale che posteriore, in questo modo otterremo il massimo, potendo scattare foto e video da tutte le direzioni, soprattutto se si amano i cosiddetti selfie. Altrimenti potremmo scegliere un tablet con fotocamera solo posteriore, che generalmente ha una risoluzione migliore rispetto a quella frontale e per una buona qualità sia fotografica che video è consigliabile almeno una risoluzione di otto mega pixel.

Se si è fuori casa e si usa internet occorre una connessione dati, ossia del supporto LTE, che sta per Long Term Evolution, il più recente sistema di telefonia cellulare GMS/UMTS, dunque assicurarsi che il tablet abbia la connessione LTE 3G che consente di utilizzare appunto la rete dati dei cellulari per il collegamento ad internet. Sul mercato c’è anche la connessione LTE 4G, più veloce ed è presente solo sui terminali di ultima generazione.
Esistono poi tablet che supportano la 3G ma non la connessione LTE ma non viceversa, se si è interessati alle chiamate attraverso la linea telefonica, è meglio scegliere un tablet che supporti il sistema 4G LTE.

Scegliere un tablet significa anche non trascurare il potenziale problema della sua autonomia. Un buon tablet deve garantire almeno sei / sette ore di autonomia. L’autonomia è di solito espressa in ore di utilizzo, oppure calcolata in base al suo voltaggio misurato in Milliampereora, maggiore sarà tale misura maggiore sarà l’autonomia della batteria.

Per ciò che concerne la risoluzione display, ne esistono di tutte le misure, un display da dieci pollici potrebbe essere utile per la navigazione internet o per guardare film e per i giochi, ma potrebbe risultare in caso contrario molto grande, se non si naviga tanto o non si vedono film h24 è consigliabile un display da almeno otto pollici, più leggero e maneggevole, va da se dunque che la scelta deve essere effettuata in base alle nostre esigenze o abitudini, una misura che sia inferiore a otto pollici andrebbe a snaturare quella che è la funzione di un tablet, quindi scegliere una misura pari almeno ad otto pollici.

Lo schermo dunque è una parte importante di un tablet, per ottenere una qualità discreta e spendere relativamente poco, scegliere almeno una risoluzione HD, ancora meglio se è full HD, se poi si vuole cambiare risoluzione e avere il meglio è consigliabile un dispay LCD o Amoled, naturalmente il prezzo lieviterà sensibilmente, diffidate invece di quei dispay che a occhio vi sembrano opachi o troppi doppi, non sono di buona qualità.
Questi sono i consigli da seguire su come scegliere un tablet, da un punto di vista squisitamente hardware.
Da quello software invece, le più grandi piattaforme su cui si basano tutti i tablet oggi, sono essenzialmente tre: IOS di casa Applle, Android di casa Google, e Windows di casa Microsoft.

Per quanto riguarda Android, esso costituisce il più diffuso sistema operativo per cellulari e tablet. I tablet che supportano Android, offrono una scelta più ampia, è possibile fare una duplice divisione: da una parte i tablet android top di gamma, che costano una cifra, dall’altra tablet android scadenti, una c’è una terza via che possa raccogliere il meglio e il peggio, anche se un prezzo basso non significa necessariamente scarsa qualità. Un esempio di tablet che offre una buona qualità / prezzo, è quello della serie Nexus prodotto da Google, in questo caso il rapporto qualità/ prezzo è ottimo.

Per quanto riguarda IOS, la scelta è meno ampia rispetto ad Android, infatti i tablet IOS presenti sul mercato sono proposti in diverse declinazioni e sotto il nome di IPAD, questa linea è una delle migliori oggi in circolazione, con caratteristiche hardware e costruttive di primissimo livello. Abbiamo la versione che va da sedici a sessantaquattro Giga di memoria, e supporta la linea o solo wi-fi o wi-fi più linea LTE. Il sistema IOS è certamente meno personalizzabile, più statico, ma anche piùà sicuro.
Per ciò che concerne il sistema windows, sono disponibili oggi due versioni: la versione windows 10/8.1 e quella RT, ossia windows 10.

La prima versione è quella classica, che troviamo anche sui nostri computer, la seconda è leggermente diversa, è destinata a qui dispositivi con struttura cosiddetta ARM (advanced RISC machine), indica più specificatamente una serie di microprocessori a 32 Bit e la sua prima qualità è relativa al basso consumo, non a caso tale sistema è adoperato su quei terminali dove il risparmio della batteria è strategico.

Dopo aver illustrato le linee guida su come scegliere un tablet, di seguito un elenco di terminali selezionati in base alle diverse fasce di prezzo.
Con un budget di 60 euro è possibile portarsi a casa un Kindle Fire di Amazon, prezzo più basso oggi disponibile sul mercato, monta una variante del sistema operativo android, ha un giga di ram e otto di memoria di massa, se non si vuole spendere tanto questo modello fa al caso vostro.

Un tablet che sa coniugare qualità e prezzo è Zen Pad 10, della Asus, con display da dieci pollici, ben sedici giga di memoria di massa e due di ram, supporta la connessione 3G ed ha il sistema operativo Andoid versione lollipop, un ottimo terminale a quel prezzo.

Se vogliamo scegliere il miglior tablet Android sempre con qualità prezzo, possiamo virare sulla serie Galaxy della Samsung e precisamente il TAb A, con circa 9.7 di display, due giga di ram, e con una duplice disponibilità da 16 o 32 giga di memoria interna espandibile a 128, dispone di una fotocamera anteriore da 5 mega pixel e da due mega pixel quella frontale, sistema operativo Android, per questo tablet ci vogliono circa 255 euro, ma li vale tutti.Un tablet che si colloca in fascia media, è sicuramente il, della Google, con un buon comparto hardware e software, disponibile nella doppia variante wi-fi e wi-fi LTE.

Spostandoci nel mondo IOS, l’attuale top di gamma è iPAd Air 2 della Apple, il quale oltre ad avere un comparto sia hardware che software di livello, propone il sistema di riconoscimento delle impronte digitali cosiddetto ID Touch, possiede una batteria che assicura circa dieci ore di autonomia e si fa apprezzare per le sue dimensioni ridotte, 437 grammi di peso e 6,1 centimetri di spessore, venduto ad un prezzo poco accessibile, circa 669,00 euro.

Per poter competere con il top di gamma di casa Apple (iPad Air 2), Samsung propone il Galaxy Tab S2, il modello tecnologicamente più avanzato, disponibile in due diverse versioni da 9,7 pollici e 8. La versione da 9,7 ha una risoluzione da 2048 x 1536 pixel, 3 giga di ram ed una memoria interna da 32 e 64 giga espandibile, con una batteria di 5870 mAh, che assicura circa dieci ore di autonomia, sistema operativo Android, prezzo 485 euro.

Una diretta concorrente sia di Apple che di Samsung è Lenovo, il più grande produttore di computer in terra asiatica e in grande ascesa nel mondo dei tablet.
Un tablet di ultima generazione, top di gamma, del brand Lenovo è la serie Yoga, in particolare il 2 Pro. Disponibile in ben tre versioni da 8, 10 2 13 pollici, in due varianti operative Android e Windows.

La versione più importante è quella da 13 pollici, con uno schermo da 2560 x 1440 pixel, con 32 giga di memoria interna espandibile e due giga di ram, per la ram si poteva fare qualcosa in più forse, ha una batteria che garantisce circa quindici ore di autonomia. Ma la vera grande novità di questo tablet è che monta uno stand alla sua base, che ci permette di utilizzarlo in diverse posizioni, prezzo 570 euro, ma siamo al top.

In casa Microsoft, segnaliamo il Surface pro 4, il tablet attualmente più avanzato. Con display da 12,3 pollici e una risoluzione da 2736 x 1824 pixel, è disponibile in diverse configurazioni, con memoria ram di 4, 8 e ben 16 giga. Inoltre nella confenzione di vendita, troviamo anche una penna che ci permette di poter disegnare e scrivere direttamente sullo schermo. Supporta una duplice fotocamera da 8 e 15 mega pixel, con sistema operativo di ultima generazione windows 10.

Occorre tenere presente, che scegliere un tablet non è come acquistare un notebook, nel senso che un tablet non è un notebook e non può sostituirlo in tutto e per tutto, può certamente costituire una valida alternativa, tutto dipende da quelle che sono le proprie esigenze.

Quello che differenzia un tablet da un altro, oltre che il prezzo e la casa che lo vende, sono solitamente il sistema operativo, la quantità di spazio e le dimensioni del display.
Dunque il prezzo cambia in base a questi tre parametri fondamentali, più sono alte più il prezzo sarà alto.

Infine nella scelta di un tablet, occorre sempre informarsi sul tipo di garanzia offerto, specie per gli acquisti online, perchè un conto è avere una garanzia italia un altro avere la garanzia europa. La differenza non è da sottovalutare, perchè ad esempio con garanzia europea si avrà più difficoltà nel far riparare il proprio tablet o farlo sostituire e i tempi di riparazione e/o sostituzione in caso di garanzia europa sono molto più lunghi.

Inoltre prima di procedere all’acquisto è buona regola informarsi sul tipo sistema operativo installato e se possibile provare di persona il tablet che abbiamo deciso di accuistare, questo naturalmente non sarà possibile per gli acquisti online ma presso le grandi catene di distribuzione si, tipo euronics mediaword ecc.

Tengo a precisare che non esiste un tablet migliore in assoluto, come non sempre ad un prezzo migliore corrispondono prestazioni migliori.

Leggi anche:

Come installare file apk su android in modo semplice e veloce

Spostare foto su sd android: come procedere

Best antivirus for android: la migliore difesa