Possono esserci diversi motivi per usare la gestione partizioni windows 10 sul proprio computer, ma di norma ci si rende conto di aver destinato troppo poco spazio per i dati ospitati.

La gestione partizioni windows 10 è davvero molto semplice, e contrariamente a quello che si può credere non è necessario formattare l’hard disk e quindi perdere tutti i dati. È infatti sufficiente cliccare sul pulsante Start, e dopo aver digitato la parola “partizioni” nella barra di ricerca rapida selezionare il primo risultato che compare nel menu: dovrebbe essere “Crea e formatta le partizioni del disco rigido“.

A questo punto si aprirà una finestra, con elencate tutte le partizioni dei volumi in quel momento collegate al PC. Per la gestione partizioni Windows 10 ed estenderla fino alla grandezza desiderata, per prima cosa è necessario creare il necessario spazio su disco.

Non importa che l’hard disk non sia pieno fino al limite di dati: bisogna infatti ridurre un’altra partizione già esistente, di solito quella dedicata al sistema operativo (avendo cura di non esagerare per evitare rallentamenti o problemi di esecuzione dei programmi).

Per la gestione partizioni Windows 10 bisogna quindi cliccare con il tasto destro sulla partizione da ridurre e selezionare “Riduci volume“. Da qui nell’apposito campo “Specificare la quantità di spazio da ridurre in MB” si indica quanti megabyte si vogliono togliere alla partizione, determinati i quali si passa a completare l’operazione con il pulsante “Riduci“. A seconda delle dimensioni della partizione e, naturalmente, della velocità del computer l’operazione potrebbe richiedere diversi minuti.

A operazione ultimata, il computer avrà lo stesso numero di partizioni di prima ma ci sarà dello spazio non allocato, che può essere a questo punto utilizzato per estendere la partizione che si vuole aumentare.

Come al solito bisogna cliccare con il tasto destro del mouse sulla partizione – questa volta quella da ingrandire – e selezionare “Estendi volume“, selezionando poi la quantità di megabyte da utilizzare per aumentare la partizione (ovviamente lo stesso valore tolto all’altra nell’operazione precedente, ma di norma c’è già un valore predefinito che corrisponde al massimo per evitare errori).

A questo punto non rimane altro che cliccare “Avanti” e poi “Fine” per avere la partizione della dimensione desiderata.