Come occultare una partizione

Ci sono diversi applicativi che permettono di occultare una partizione, per proteggere i dati racchiusi e mettere al sicuro il computer da virus e simili.

0
49

Esistono diversi applicativi, freeware e non, che permettono di occultare una partizione, in modo da proteggere i dati e i contenuti qui racchiusi. Si tratta di una misura indispensabile per la privacy ma anche per mettere al sicuro il computer da virus e simili.

Tra questi c’è Wondershare Disk Manager, che permette di creare liberamente partizioni secondo le proprie preferenze ma anche nasconderle.

In realtà già Windows presenta le funzionalità sufficienti per occultare una partizione senza difficoltà: è sufficiente andare su Gestione Computer e poi Gestione Disco.

Qui comparirà un elenco di tutti i dischi collegati al PC nonché di tutte le partizioni presenti sul computer. Occultare una partizione in questo modo è semplicissimo: basta cliccare con il tasto destro sulla partizione da nascondere, dopo averlo individuato nell’elenco, e selezionare “Cambia lettera e percorso unità…”.

A questo punto basta cliccare su “Rimuovi” nella finestra di dialogo che si aprirà e dare gli ok alle schermate successive.

Dopo aver nascosto una partizione in questo modo, i dati in essa custoditi sono al riparo da occhi indiscreti ma anche da un buon numero di virus che devono “vedere” fisicamente un file per infettarlo.

Ci si può rendere conto dell’esistenza soltanto aprendo ancora Gestione Disco e cercando l’unico volume senza lettera assegnata.

Dal programma è possibile naturalmente far ritornare visibile una partizione dopo averla occultata, sempre selezionando il volume giusto e cliccando col tasto destro. Ora non resta che selezionare “Cambia lettera e percorso di unità…”, e selezionare il pulsante “Aggiungi” (mentre quello “Rimuovi”, ovviamente, non ci sarà più).

Inutile rischiare di creare problemi dando alla partizione un nome specifico, a meno che non si sappia bene quello che si sta facendo: molto meglio, infatti, accettare il suggerimento del sistema operativo. Il rischio altrimenti è che collegamenti e file che ne richiamano altri non funzionino più correttamente.

Anche su mac esistono diversi programmi per controllare le partizioni dei propri volumi: uno tra questi è Mac Partition Manager, ma anche la Disk Utility inclusa nel sistema operativo è in grado di effettuare diverse operazioni di protezione, ridimensionamento e così via.