Per accedere nel computer di un altro oggi è disponibile un programma Desktop Remoto  estremamente semplice che possono usare tutti: parliamo di CrossLoop. Questo piccolo software gratuito è reperibile all’indirizzo web https://crossloop.it.uptodown.com e funziona sia su piattaforma Windows che su Mac.

Una volta scaricato sul proprio PC, l’installazione chiede, oltre all’accettazione dei termini di utilizzo, anche l’autorizzazione a superare il firewall esistente per consentire al programma di raggiungere altri computer collegati ad Internet.

Dopo esserci attrezzati con il programma di controllo dobbiamo fornire il medesimo programma al nostro interlocutore che ha bisogno della nostra assistenza remota e, una volta installato anche sul secondo PC, chiedergli di avviarlo con un doppio click sull’icona corrispondente.

A questo punto è sufficiente farsi comunicare i codici numerici che il programma installato sul computer remoto visualizza ed inserirli quindi sul nostro programma per accedere nel computer di un altro. La connessione sarà definitivamente stabilita con la conferma da parte della persona da assistere mediante il pulsante “Connetti”.

Quest’ultimo passaggio rappresenta una sorta di autorizzazione al nostro ingresso. Da questo momento in poi,il Desktop Remoto CrossLoop assegnerà il pieno controllo del computer assistito all’utente dell’altra macchina, che potrà quindi vederlo sul proprio monitor come se fosse il suo.

Il pulsante “Sconnetti” consentirà invece di interrompere immediatamente la connessione e, quindi, il controllo remoto del PC una volta che sarà terminato il lavoro da parte di chi offre assistenza. Questo tipo di tecnologia risulta particolarmente utile per aiutare in modo efficace, ad esempio, un amico a distanza che si trova in difficoltà con il proprio computer, evitando di essere fisicamente presente davanti al suo monitor.

Comprensibilmente, il limite di questo sistema riguarda il fatto che entrambi i PC devono comunque essere in grado di connettersi alla rete Internet ovvero che il problema tecnico da risolvere non abbia compromesso le funzionalità di rete. Il punto di forza di CrossLoop è invece la sua semplicità d’uso e la possibilità di far “dialogare” anche sistemi operativi differenti; aspetto quest’ultimo non scontato per questo tipo di servizio in remoto.