Stai cercando un modo semplice per creare una chiavetta usb avviabile  per Mac? Perfetto, sono qui per aiutarti! Come saprai, il ripristino è una procedura fondamentale per il tuo Mac, perché permette di salvaguardare e proteggere tutti i tuoi dati. Per procedere, devi munirti di una chiavetta con capienza minima di 8Gb. Poiché dovrai formattarla, assicurati che non contenga dati importanti.

Leggi anche:

Dispositivo usb non riconosciuto Windows: come risolvere

Masterizzare iso su usb: come fare in modo semplice

Come inizializzare una chiavetta usb protetta

 

Creare una chiavetta usb avviabile per mac: procedura

Ti servirà anche l’immagine ISO di OS X. Non sai dove trovarla? Tranquillo, ti consiglio due metodi! O puoi eseguire un download (legale, mi raccomando!) su internet, o puoi scaricarla direttamente dal tuo Mac. Per farlo, vai su Mac App Store ed accedi al tuo account. In alto a destra trovi la scheda “Aggiornamenti”, dalla quale puoi iniziare il download. Attendi che il processo finisca, prima di procedere.

Per creare una chiavetta usb avviabile  per Mac, devi scaricare DiskMaker X. Si tratta di un’app completamente gratuita, che ti farà da guida nel processo di creazione della chiavetta USB di avvio. Terminato il download, sposta l’icona nelle Applicazioni del tuo Mac. Inserisci la chiavetta e avvia DiskMaker X.

Scegli la versione OS X del tuo Mac e spingi sul comando “Use this copy”. Prosegui, facendo click su “An 8 GB USB thumb drive” e termina l’azione, selezionando “Erase then create a disk”. Quest’ultimo comando ti serve per formattare la pen driver, permettendoti di creare una chiavetta usb avviabile  per Mac. Infine, inserisci le credenziali del tuo account Amministratore ed attendi l’apertura della finestra di dialogo che ti avvisa della fine del processo.

Per utilizzare la tua chiavetta di ripristino, ti basta inserirla e riavviare il Mac. Pigia sul tasto “Alt” e seleziona l’unità da cui far partire l’installazione. Ricorda che, per OS X 10.10 Yosemite e versioni successive, devi premere su “cmd+r” al posto di “Alt”.