Personalizzare Windows 10: l’ultimo sistema operativo rilasciato dalla Microsoft è stato definito come il più completo di sempre, e anche per questo gli appassionati hanno immediatamente ceduto alla tentazione del cambio. Vediamo quindi come effettuare la personalizzazione, il primo passo che chiunque compie per adattare il nuovo sistema alle proprie esigenze, siano esse di lavoro o di svago.

Leggi anche:

Disinstallare Windows Defender Windows 10

Gestione partizioni windows 10: ridimensionare la partizione

Software vendita online: i migliori selezionati per te

 

Personalizzare Windows 10: come

Un gradito ritorno è senz’altro quello del compianto Menù Start, e per personalizzare Windows 10 si deve assolutamente iniziare da questo elemento. Analogamente al passato, Start si presenta in due parti: a sinistra una lista delle applicazioni del PC, a destra invece le tile di quelle installate, che possono presentarsi nella variante animata.

La libertà dell’utente si esprime proprio qui, dove è possibile ridimensionare i riquadri, a seconda magari della frequenza di utilizzo, e per farlo sono sufficienti pochi click: tenendo premuto il pulsante sinistro è possibile trascinare una data tile, mentre un click con quello destro permette l’apertura di una lista di azioni possibili: ridimensionare, eliminare, aggiungere alla barra o ancora bloccare eventuali animazioni.

Interessante infine la modalità tablet, che permette di ampliare il Menù fino a coprire l’intera schermata, proprio come appunto accade in un tablet. Per chi invece è interessato all’uso di un programma terzo, sempre relativamente alle modifiche applicabili al Menù Start, può sperimentare Classic Shell, applicazione che da sempre offre la possibilità, ai più nostalgici, di rendere il proprio menù simile a quello più amato, sia esso quello di Windows 7, 8 o addirittura l’XP.

Una gradevole novità c’è anche per i più originali, e riguarda la sicurezza del proprio account. Chiunque ritenga ormai obsoleta e banale la classica password alfanumerica da inserire all’avvio, può infatti ripiegare sulla possibilità di usare un’immagine di sicurezza, pre-selezionando la sequenza di click e trascinamenti necessari all’accesso.

Personalizzare Windws 10 offre però tutta un’altra serie di interessanti possibilità, che vanno dalla più ovvia modifica della lingua d’utilizzo, fino a quella del Prompt dei comandi, usato solamente dai nerd più audaci ma che, in questa versione del sistema, risulta in realtà accessibile anche agli utenti di medie abilità.