Hai dimenticato il codice di blocco, e ora ti ritrovi con l’Iphone disabilitato, come la schermata continua a ricordarti. Niente paura, sappi che esistono ben tre modi per sbloccarlo. Il tuo Iphone necessiterà poi di essere reinizializzato, ma sarà sufficiente un piccolo back-up per permetterti di recuperare i contatti e i file che vi tenevi conservati. Di seguito rispondiamo quindi all’angosciante domanda: come sbloccare Iphone disabilitato?

Leggi anche:

Come bloccare un numero su iPhone

Come trasferire foto da iPhone a iPhone

Come collegare iPhone a TV e allacciarlo al televisore

Come detto, per effettuare lo sblocco dell’Iphone esistono tre modi. Uno possibile se il dispositivo è sincronizzato su Itunes, il secondo valido per chi possiede un account iCloud e – per chi invece non possedesse nessuno di questi due requisiti – l’ultima alternativa: ricorrere alla modalità di recupero.

Come sbloccare iPhone disabilitato: procedura

Ma si pensi anzitutto alla prima possibilità. In tal caso sarà sufficiente collegare il dispositivo al pc e avviare Itunes, il quale provvederà autonomamente alla sincronizzazione e alla creazione di una cartella di backup. Fatto questo, si aprirà la possibilità di selezionare – dallo stesso pannello Itunes – la voce ‘ripristina Iphone. Alla domanda che verrà posta, in merito alla configurazione del dispositivo, scegliere quindi ‘ripristinada backup Itunes’, selezionare il dispositivo da quelli possibili e infine scegliere il backup – avendo cura si tratti di quello più recente, onde evitare la perdita di parte dei propri dati, inseriti magari in fasi più recenti.

Per coloro che avessero invece abilitato la funzione ‘Trova il mio Iphone’, i passaggi risultano forse ancora più semplici. In tal caso basterà accedere al pannello Cloud, e quindi inserire il proprio ID Apple. Si passi quindi a fare click su ‘Tutti i dispositivi’, e selezionare il dispositivo che si intende sbloccare. Si aprirà in questa fase una nuova finestra, la quale permetterà di cliccare sulla voce ‘Inizializza dispositivo’, e apparirà così il codice – quello che ha dimenticato, e che ha per l’appunto provocato la disabilitazione del tuo Iphone. Utilizzando quindi la possibilità di ‘impostazione assistita’ potrai così ripristinare il backup più recente.

L’ultima possibilità è quell’unica che rimane per coloro che non possiedono un account Itunes, né hanno mai abilitato la funzione ‘trova il mio iphone’ offerta da iCloud. Questa è nota come ‘modalità di recupero’, e può essere l’ultima chance anche per coloro che non sono riusciti a risolvere il problema della disabilitazione seguendo i due metodi precedentemente elencati. Il primo passo in questo caso è scaricare ITunes sul proprio dispositivo, installarlo e procedere quindi allo spegnimento dell’Iphone.

Tenendo quindi premuto il tasto Home, si può così procedere al collegamento del dispositivo con il pc, e accendere il telefono nel caso in cui questo non si avvii automaticamente. Notate bene: il taso home non va rilasciato fino a quando con compare la schermata ‘collega a Itunes’, e aprire il pannello del software. A questo punto l’Iphone dovrebbe avvisare della possibilità di dare avvio alla fase di recupero, che sarà lanciata in ogni caso premendo ‘ok’.

Sbloccare iPhone disabilitato è un problema che può capitare di incontrare di frequente, per una banale distrazione o ancora un vuoto di memoria. Per questo motivo è altamente consigliabile assicurarsi sempre di avere una configurazione su Itunes o l’abilitazione Cloud a ‘Trova il mio Iphone’.