L’attuale situazione economica fa si che trovare lavoro sia quasi una missione impossibile, soprattutto per i giovani che per la prima volta si affacciano sul mercato del lavoro. Con un tasso di disoccupazione giovanile impressionante, le soluzioni a questa crisi lavorativa tardano, ma una possibilità alternativa sembra arrivare dall’informatica, un settore mai in difficoltà, anzi sempre in fermento e nuovo rinnovamento, che negli ultimi anni si è espanso più che mai.

Il mondo dei software è un ottimo campo lavorativo, attivo e remunerativo

Ma come fare a introdursi in questo settore? La chiave sono i linguaggi di programmazione, grazie ai quali è possibile realizzare contenuti di qualsiasi tipo, dalle animazioni web alle app per cellulare, dai programmi di uso quotidiano alle complesse grafiche 3D dei videogiochi di grande consumo.

Molti di questi linguaggi di programmazione sono assolutamente accessibili anche a utenti alle prime armi, con solo qualche base informatica, semplicemente studiandoli da autodidatti o consultando una delle moltissime guide disponibili online o in formato cartaceo. Se volete trovare un impiego lavorativo sicuro e stimolante, quindi, la strada giusta è l’apprendimento di un linguaggio di programmazione software. Cerchi lavoro? Studia l’Hit-Parade dei più popolari linguaggi di programmazione più richiesti riportati in questo articolo, e troverai qui a posta per te la soluzione al tuo problema lavorativo!

linguaggi di programmazione più richiesti

Se volete cimentarvi nella carriera di programmatore ed entrare a far parte dello scoppiettante mondo dell’informatica, la prima cosa da fare è consultare una delle liste di linguaggi di programmazione più utilizzati al momento dalle case di programmazione professioniste.

Queste liste, chiamate Hit-Parade dei linguaggi di programmazione, sono una classifica dei linguaggi più popolari del momento e che trovano maggiore applicazione nel mercato attuale, ordinati per utilizzo dal più al meno diffuso. Esistono molte liste di linguaggi redatte da molte società e associazioni diverse, ognuna usando criteri specifici molto selettivi nella loro catalogazione, ma su tutti fa capo il principio dell’analisi del comportamento degli sviluppatori sulla rete.

Per monitorare e interpretare il comportamento degli sviluppatori, le società di catalogazione dei linguaggi di programmazione si basano sui dati raccolti dai motori di ricerca, analizzando quali sono le ricerche più effettuate e quali sono i linguaggi che compaiono più di frequente nelle ricerche. Riportiamo qui di seguito due delle più famose Hit-Parade di linguaggi di programmazione più richiesti. Stai leggendo perché cerchi lavoro? Studia l’Hit-Parade riportata qui di seguito e le porte del mondo dell’informatica si apriranno davanti a te!

La Hit-Parade di linguaggi più famosa è quella stilata dalla società informatica TIOBE, azienda specializzata nella valutazione e tracciamento della qualità dei software. La seconda Hit-Parade in ordine di popolarità è invece quella realizzata dalla società di analisi RedMonk.

Nelle parti basse delle liste raccolte da entrambe le società troviamo dei linguaggi dall’utilizzo davvero ristretto e non di largo impiego, applicati solo in particolari ambiti specifici e conosciuti solo da un numero relativamente ristretto di programmatori. Per citarne alcuni, vi troviamo linguaggi di programmazione come Lustre, Suneido, Gambas, Kotlin, e altri ambienti di programmazione altrettanto sconosciuti al grande pubblico. Sono i primi risultati della lista quelli che ci interessano, perché sono quelli i linguaggi più diffusi e impiegati. Dopotutto, immagino che cerchi lavoro?

Studia l’Hit-Parade nella parte alta della lista, quindi, per trovare i risultati che fanno al caso tuo e che possono dare una marcia in più alla tua carriera professionale. Fra i primi risultati, troviamo i diffusissimi linguaggi di programmazione Java, JavaScript, C, C++, PHP, Python, Visual Basic, Swift, MatLab e Ruby.

Ci sono delle discrepanze fra l’elenco proposto da TIOBE e quello di RedMonk, perché si basano su schermi e analisi differenti, ma si possono individuare alcuni punti in comune, e tirare le fila di quali sono la manciata di linguaggi di programmazione più popolari in assoluto che chiunque cerchi lavoro nel settore dell’informatica dovrebbe conoscere.

Quello che spicca come il più usato è Java (al primo posto nella Hit-Parade di TIOBE, al secondo nella lista di RedMonk), seguito dalla famiglia di linguaggi C, da JavaScript e PHP, che completano il podio dei linguaggi di programmazione più utilizzati e si collocano tutti entro le prime otto posizioni in entrambe le liste.

Chiudiamo la nostra Top 10

indicativa con Python e Ruby, menzionati ai piani alti di entrambe le Hit-Parade. A parte l’interessante approfondimento sulla diffusione linguaggi di programmazione più richiesti, queste liste ci servono per dedurre quali sono i linguaggi che danno maggiori opportunità di impiego nel mondo del lavoro. Per chiarire questo aspetto, e rispondere alla richiesta di tanti giovani programmatori in cerca di occupazione, entra in gioco la classifica stilata da un’altra società, Tiopal, un network che unisce alcuni dei più brillanti e promettenti programmatori freelance sul panorama lavorativo, e su cui le principali aziende di software fanno grande affidamento.

Cerchi lavoro? Studia l’Hit-Parade definitiva stilata da quest’ultima società, e avrai finalmente le dritte per avere successo nella tua ricerca e sapere in quale ambito specializzarti!

Tiopal ha stilato la sua Hit-Parade di linguaggi di programmazione più richiesti basandosi sul numero di richieste di impiego ricevuto dai programmatori freelance che collaborano con centinaia di aziende diverse. Il linguaggio più richiesto è risultato essere Swift, creato da Apple e impiegato in tutti i dispositivi della società di Cupertino, che è stato da poco rilasciato in modo OpenSource, vedendo così un aumento nell’utilizzo del 600% nell’ultimo anno! Al secondo posto della classifica figura invece l’HTML. Se volete trovare impiego nel mondo dello sviluppo di software, sono quindi questi due i linguaggi che fanno per voi!