Come formattare smartphone samsung

Prima di formattare smartphone Samsung, preoccupati di salvare una copia di tutti i dati che hai in memoria. Il backup può avvenire online oppure offline.

0
31

Sei stanco del tuo cellulare Samsung? Hai deciso di venderlo e vuoi ripulirlo da tutti i tuoi dati? Oppure non vuoi assolutamente liberartene, ma è lui che ha cominciato a dare segni di cedimento? Le app sono sempre più lente, magari ormai vanno in crash appena le apri? Insomma, che sia per vendere un cellulare senza tutti i tuoi dati salvati, o che tu lo voglia tenere ma ripostare agli antichi splendori, hai deciso di resettarlo?Perfetto, perché è esattamente ciò di cui il tuo smartphone ha bisogno, e qui vedremo proprio come farlo.In questo articolo ti spiegherò come formattare smartphone Samsung, cioè come riportare Android allo stato di fabbrica, a come era quando lo hai acquistato. Non è un’operazione difficile, e neanche lunga.

Nel giro di poco tempo il tuo cellulare sarà come nuovo. Come nuovo significa che tutto ciò che hai salvato dopo l’acquisto verrà cancallato: foto, applicazioni, impostazioni, tutto.

Quindi il primo passo sarà sempre e comunque eseguire un backup per creare una copia di tutti i tuoi dati da salvare in un luogo sicuro, come il computer; ma prima ancora converrà verificare che il reset sia effettivamente la soluzione che stai cercando, perché a volte i problemi sono molto più semplici da risolvere.

Se devi vendere il telefono, un reset sarà comunque la soluzione. Altrimenti, ti consiglio di verificare che qualsiasi problema il tuo smartphone abbia non sia semplicemente dovuto a un malware.

Come fare?

Semplicemente effettuando una scansione sul dispositivo con un antivirus per Android. Se effettivamente la lentezza, o l’instabilità del sistema, erano dovuti a un malware, questo basterà a eliminare il problema. Se dopo la scansione il problema persiste, procedi con un backup e un reset di Android.

come formattare smartphone Samsung

Prima di iniziare la procedura di formattare formattare smartphone Samsung innanzitutto il backup

Prima di resettare il tuo smartphone, preoccupati di salvare una copia di tutti i dati che hai in memoria. Il backup può avvenire in due modi: online oppure offline.

La soluzione migliore è adottare entrambe le strategie, anche perché i servizi messi a disposizione da Google sono in larga misura gratuiti, e avere uno spazio di cloud storage permette di recuperare i dati in qualsiasi momento e da qualsiasi dispositivo.

Come eseguire il backup offline

Per quanto riguarda il backup offline, o backup in locale, sono diverse le applicazioni che puoi utilizzare, ma la scelta in ogni caso dipende da un fattore importante: se hai o non hai modificato il tuo smartphone in root.

La modifica in root permette l’accesso a una zona più profonda del sistema operativo, che molti non fanno perché, tra le altre ragioni, in alcuni casi lo smartphone non è più in garanzia se modificato.

In ogni caso, se hai effettuato questa modifica ti consiglio per il backup in locale l’applicazione Titanium Backup. Questa è l’applicazione migliore per cellulari modificati in root, perché ha alcune funzioni in più molto interessanti, come la possibilità di salvare i messaggi o le impostazioni.

Senza root l’applicazione funziona ugualmente, ma non al suo meglio.

In questo caso puoi usare Easy Backup & Restore, un’applicazione che permette di salvare meno dati, ma che senza modifica in root è meglio di Titanium. Con Easy Backup & Restore potrai salvare messaggi – che con Titanium Backup non potresti salvare senza modifica in root – , registro chiamate, calendario, rubrica e anche i segnalibri.

Queste applicazioni salvano una copia dei dati nella memoria del telefono o nella scheda SD; nel primo caso devi per forza trasferirli su un computer, mentre nel secondo non è necessario ma comunque consigliabile.

Puoi usare un cavetto di trasferimento dati oppure un programma come Samsung Smart Switch o Samsung Kies, che ti permettono di collegare lo smartphone al PC senza alcun cavo.

Come eseguire il backup online

Alcuni dati possono essere archiviati in cloud, per esempio i video e le foto, per cui esiste un servizio Google dedicato, ma anche contatti e calendario.

Se non hai già un account Gmail, questo è il momento di crearlo, ma probabilmente lo hai già. Per questa procedura devi aver attivate tutte le funzioni di sincronizzazione dei dati. Come fare?

Vai al menu Impostazioni, che trovi tra le applicazioni oppure nel menu delle notifiche con il simbolo di un ingranaggio, seleziona Account, poi il logo di Google. Si aprirà una schermata, dove dovrai selezionare il tuo indirizzo Gmail.

Qui troverai una serie di opzioni riguardanti la sincronizzazione dei dati: semplicamente impostale tutte su ON. In questo modo avrai salvato contatti e calendario, e potrai accedervi semplicemente loggandoti nel tuo account Gmail da qualsiasi dispositivo.

Per quanto riguarda i video e le foto dovrai invece utilizzare l’applicazione Google Foto. Seleziona il menu che si trova in alto a sinistra con l’icona ad hamburger, poi l’opzione Backup e sincronizzazione e anche qui imposta su ON. Imposta poi su Alta Qualità l’opzione Dimensioni caricamento.

L’applicazione salverà automaticamente in Drive tutti i video e le foto presenti sul tuo smartphone, senza limite di spazio e a una risoluzione di 16MP per le foto, 1080p per i video.

Rimangono fuori solo i messaggi di Whatsapp e simili. In questo caso il backup è una delle funzioni messe a disposizione dall’applicazione stessa. Se non riesci a trovarla, segui uno dei vari tutorial che trovi su internet, si tratta semplicemente di attivare un’impostazione quindi niente di complesso.

Passiamo adesso a formattare smartphone Samsung

Una volta che hai messo tutti i dati al sicuro, è arrivato il momento di ripulire il telefono, di formattarlo seguendo uno dei metodi possibili. Come avrai capito, non esiste un solo modo per formattare cellulari Samsung, perché diversi sono i punti di partenza.

In altre parole, è pssibile formattare il telefono entrando nella Recovery, oppure seguendo una procedura standard. Nel primo caso, parliamo di hard reset, e usiamo questo metodo quando non è disponibile la procedura standard.

La procedura standard, chiamata factory reset, si usa nella maggior parte dei casi.

La Recovery è un software che opera al di fuori del sistema operativo, a cui è quindi possibile accedere anche quando il sistema operativo non risponde più, cioè quando non è nemmeno possibile accendere il cellulare. Quando è possibile un accesso diretto ad Android, invece, si seguirà il metodo standard.

I dati presenti sulla memoria dello smartphone vengono cancellati sia che si segua la procedura standard, sia che si esegua un hard reset. I dati presenti sulla microSD possono essere anch’essi resettati se necessario, ma se non si spunta la casella relativa a questa opzione i dati non vengono toccati.

Il percorso per resettare anche la micro SD è Impostazioni>Memoria>Formatta SD Card, e qui si trova la casella Formatta scheda SD, che va spuntata.

Se non prevedi di formattare la scheda SD, ti consiglio di rimuoverla dal cellulare. Non perché non sia al sicuro, ma per sicurezza, in particolare se dentro ci sono dei dati importanti. Può sempre capitare di essere sovrappensiero e spuntare la casella involontariamente.

Factory reset con procedura standard

Per questo metodo, visto che il cellulare è acceso e lavori direttamente da Android, segui il percorso Impostazioni>Account>Backup e ripristino>Ripristina dati di fabbrica>Ripristina dispositivo>Elimina tutto.

Appena avrai finito, il telefono si riavvierà e dopo pochi secondi potrai verificare che è tornato come nuovo: senza nessun dato salvato, ma veloce come appena acquistato.

Ti verrà richiesto di seguire la procedura di configurazione iniziale come all’acquisto, in cui dovrai selezionare la lingua desiderata e, dopo avere impostato una connessione Wi-Fi, configurare i vari account, solitamente Google e Samsung.

Come e quando eseguire l’hard reset

L’hard reset torna utile quando il cellulare è completamente bloccato e lavorare da Android è impossibile. Se il cellulare non si spegne, cerca su internet la combinazione di tasti per l’arresto forzato, diversa per i vari modelli, oppure semplicemente rimuovi temporaneamente la batteria.

Per accedere alla Recovery premi la combinazione di tasti Volume+, Power e Home.

Per spostarti tra le varie voci usa il tasto Volume -, e per selezionarle il tasto Power. Quindi vai alla voce data/factory reset e selezionala; qui seleziona la voce yes–delete all userdata. Da qui si avvierà la formattazione, che durerà qualche minuto.

Alla fine del procedimento, nel menu Recovery seleziona reboot system now, che farà riavviare il cellulare. Anche qui ti troverai di fronte alla procedura di configurazione iniziale: seguila fino all’apertura di Android.

Per un supporto nell’hard reset trovi numerosi video di spiegazioni su YouTube.

Wiping dello spazio libero

Nel caso tu abbia resettato il telefono per venderlo, potresti fare un ultimo passaggio, cioè lo wiping dello spazio libero. Si tratta di riscrivere sulla memoria alcune volte di modo che non ci sia più alcun modo di recuperare i dati precedentemente presenti sul cellulare, nemmeno con un software apposito.

Ricapitolando, ecco i passaggi per come formattare smartphone Samsung

1. Esegui un backup in locale con Titanium Backup oppure Easy Backup & Restore, e un backup online con i servizi gratuiti di Google

2. Trasferisci i dati sul computer con cavetto oppure senza cavi con i programmi Samsung Smart Switch o Samsung Kies

3. Se è possibile accedere ad Android, segui la procedura standard di ripristino dati di fabbrica

4. Altrimenti, procedi con l’hard reset accedendo alla Recovery

5. Se devi vendere il cellulare, effettua uno wiping dello spazio libero per rendere i dati definitivamete irrecuperabili.

Procedura di come formattare cellulari Samsung terminata .

In bocca al lupo