Vi è mai capitato di perdere tutti i dati dal vostro dispositivo Android? Quanto sareste stati disposti a pagare per potervi riappropriare di contatti, messaggi, foto e ogni altra cosa vi avevate conservato?Allora vi spiego come fare backup Android!

Leggi anche:

Spostare foto su sd android: come procedere

Negozio telefonia online: i più venduti

Come togliere un virus dal cellulare Android: cosa fare

 

Fare backup Android: come

Spesso si fa l’errore di ritenere che avere file, anche riservati su un dispositivo è un modo sicuro di conservarli; ciò è vero, a patto che non sia il dispositivo a prendere un virus, rompersi o semplicemente debba subire un reset forzato che farà perdere ogni cosa contenuta in esso.

Per fortuna c’è una cosa che si può fare per evitare che ciò accada o, per essere precisi, per fare in modo che qualora accada una tale evenienza, siamo in grado di recuperare tutti i dati: imparare come fare un backup. Come fare backup Android significa creare da qualche parte una copia di tutto ciò che il nostro dispositivo Android contiene, in modo da poter recuperare ogni cosa quando necessario. Cerchiamo a questo punto di capire come fare.

Iniziamo col dire e fare backup Android può essere fatto in molti modi diversi, alcuni dei quali molto semplici ma che non assicurano di avere una copia completa, altri più complicati ma che ci garantiscono di non lasciar dietro nulla.

Come fare backup Android tramite il software del produttore
Praticamente tutte le case produttrici di cellulari o tablet forniscono delle applicazioni per computer per mettere quest’ultimo in collegamento con i nostri dispositivi (come ad esempio Kies per i Samsung e HiSuite per Huawei), basta andare sul sito del produttore, nella sezione supporto e scaricare quello che fa al caso nostro.

Tutti i programmi sono simili tra loro e prevedono, una volta collegato il dispositivo tramite cavo USB e che questo sia stato riconosciuto dal computer, che compaia una scheda che lo rappresenta nel programma.

Da qui, nella sezione Backup/ripristino, abbiamo modo di eseguire un backup e addirittura scegliere quali tipologie di dati abbiamo interesse a conservare, che siano i contatti della rubrica, i messaggi o addirittura il registro chiamate. Una volta deciso, selezionare Esegui Backup farà partire la creazione del file di backup appunto, da conservare gelosamente per futuri eventuali utilizzi.

Come fare un backup Android tramite software diversi da quello del produttore
Creare un backup del nostro dispositivo Android è sicuramente una scelta intelligente, ma capire quale programma utilizzare è fondamentale. Se da un lato usare il programma fornito dal produttore del dispositivo è una buona soluzione di base, per chi è interessato ad avere un backup più completo esistono altri programmi.

Per l’utilizzo di questi software è necessario avere il controllo completo del dispositivo a livello software e hardware, bisogna sbloccare il root, cioè poter agire sul dispositivo con privilegi di amministratore; questa pratica non è vietata dalle case produttrici, ma allo stesso tempo neanche sostenuta, essendo un procedimento abbastanza delicato e con qualche rischio, anche se minimo. Ipotizzando comunque di aver già sbloccato il nostro dispositivo Android, vediamo i passi successivi in base ai vari programmi da utilizzare.

Fare backup Android: Titanium Backup

Questo software è attualmente ciò che di meglio è presente sul mercato per effettuare un backup di dispositivi che sfruttano Android come sistema operativo, semplice da usare sia per la creazione dei file di backup sia per il loro ripristino ma che non prevede il salvataggio di foto, video o contenuti multimediali in genere. Il software è gratuito, e funziona egregiamente, anche se ne esiste una versione a pagamento del costo di pochi euro, che consente di accedere ad opzioni aggiuntive molto interessanti come il supporto a memorie su cloud come Google Drive e Dropbox, cifrare i file creati per una maggior sicurezza o addirittura conservare diverse versioni della stessa app.

La prima cosa da fare, una volta scaricata l’applicazione dal Play Store e averla avviata, è concederle i permessi di root cliccando su Concedi sulla finestra che si aprirà automaticamente all’avvio e premere Ok per accedere al menù successivo. É possibile che compaiano ulteriori finestre automatiche chiedendo altre autorizzazioni e impostazioni: in questo caso seguiamo le indicazioni che ci vengono date dall’applicazione e proseguiamo abilitando tutte le funzioni che ci vengono richieste.

Clicchiamo a questo punto l’icona in alto a destra, che mostra l’immagine di un foglio con un segno di spunta accanto (Azioni in Massa), rintracciamo la scritta “Backup di tutte le app utente + dati sistema” e premiamo il pulsante Avvia accanto ad essa; premiamo sulla spunta verde in alto a destra e inizierà la creazione del backup del nostro dispositivo. In alternativa al backup delle app e dei dati di sistema, è possibile scegliere di effettuare un backup delle app o dei dati di sistema singolarmente, mantenendo invariato il resto del procedimento.

Con l’utilizzo dello stesso programma possiamo ovviamente anche ripristinare sul nostro dispositivo un precedente backup, tornando al menù Azioni in Massa ma premendo stavolta il pulsante avvia accanto a Ripristina Tutte le App con Dati o Ripristina App Mancanti + Tutti i Dati di Sistema e premere poi la spunta verde in alto a destra per iniziare il processo. Ecco quindi che siamo riusciti a creare un backup con Titanium Backup e siamo anche in grado di utilizzarlo successivamente.

Fare backup Android: Easy Backup & Restore

Questo programma gratuito offre la possibilità spesso molto gradita di salvare i backup non solo su supporti fisici quali schede sd o sul computer, quanto anche su drive di tipo cloud come Dropbox e Google Drive.

Il suo uso è molto semplice: una volta scaricata e avviata l’applicazione sul nostro device, basta cliccare su Effettua Backup, selezionare cosa vogliamo sia archiviato (con la possibilità di scegliere, nell’ordine, SMS, MMS, Registro chiamate, Calendario, Segnalibri, Dizionario e Rubrica) e premere il pulsante Ok; a questo punto ci verrà chiesto dove archiviare il backup, se sul device, su una memoria sd o, appunto su un servizio cloud; una volta effettuata la nostra scelta, ciò che dovremo fare sarà dare un nome al backup e far partire l’operazione. Altrettanto semplice è effettuare un ripristino dei dati, in quanto basta selezionare Ripristina Backups, selezionare i file che ci interessano cercandoli tra le fonti possibili.

Alternative per i file multimediali

Limitatamente ad alcuni file multimediali esistono possibilità ulteriori per effettuare backup dei nostri dispositivi Android. Una su tutte è l’applicazione Google Foto che consente di archiviare automaticamente su Google Drive tutte le foto e i video disponibili sul device, senza andare a ridurre lo spazio a disposizione gratuitamente su Google Drive, come un secondo drive nel cloud completamente gratuito.

Ovviamente, per poter usufruire di questo servizio è necessario avere un account Google con il quale effettuare l’accesso ma se siamo in possesso di un dispositivo Android è molto probabile che quando ne avremo bisogno per Google Foto ne avremo già uno. Le foto vengono salvate fino alla dimensione di 16MB l’una, mentre i video fino a una risoluzione in formato FullHD 1080p. Per poter utilizzare questa soluzione di backup di file multimediali, dobbiamo però attivarla, per cui come prima cosa ovviamente scarichiamo l’applicazione e avviamola.

A questo punto, apriamo il menù cliccando sul pulsante in alto a sinistra e selezioniamo la voce Impostazioni; cerchiamo ora la voce Backup e sincronizzazione, di cui sposteremo la selezione su On, e metteremo la spunta alla voce Alta Qualità nella sezione Dimensioni.
Una soluzione simile è offerta anche da Dropbox, con l’app Carousel, ma lo spazio a disposizione come archivio multimediale è limitato a 3GB, per cui risulta molto meno conveniente rispetto alla soluzione Google.

A questo punto siamo pronti per creare una copia di backup del nostro dispositivo Android qualunque siano gli elementi che desideriamo conservare e siamo in condizione di non doverci più preoccupare degli imprevisti!