Hai bisogno di dare una svecchiata al tuo Samsung Galaxy S3, considerato che giorno dopo giorno diventa più lento ed alcune app vanno continuamente in crash? Hai già tentato con alcuni stratagemmi e programmini ideati appositamente per ottimizzare Android ma non hai notato alcun miglioramento? Non ti resta altra soluzione che resettare Samsung Galaxy S3 e donargli nuova vita. Resettare vuol dire riportare il sistema operativo Android e la memoria del tuo S3 allo stato originale, quando nessuna modifica era ancora intervenuta ad alterarne il normale funzionamento.

Come resettare Samsung Galaxy S3

Naturalmente, devi anche abituarti all’idea di dover perdere tutti i software presenti nello smartphone, anche se la moderna tecnologia ti consente di salvare i dati a cui tieni di più sul cloud di Google o tramite un backup di sistema.

Purtroppo, la procedura che sto per illustrarti può rivelarsi particolarmente noiosa ma, come già detto, indispensabile per la sopravvivenza del telefono. Non perdere altro tempo, continua a leggere le righe seguenti e vediamo insieme come resettare Samsung Galaxy S3 e riportarlo a nuova vita.

Le operazioni che devi portare a compimento prima di resettare Samsung Galaxy S3
Resettare il proprio telefono a volte diventa un’operazione necessaria, alla quale non ci si può sottrarre, soprattutto quando si vuole continuare ad utilizzare il dispositivo.

Prima di passare alla cancellazione di tutti i dati presenti in memoria, dovrai innanzitutto scaricare un buon antivirus compatibile con Android, quindi effettuare una scansione profonda dello smartphone. In questo modo potrai scoprire se il rallentamento del tuo Samsung S3 è dovuto ad un semplice malware, piuttosto che alla mole di app e software installati in memoria.

Liberando il sistema operativo da eventuali virus e malware il telefono potrebbe tornare ad essere quello che era in precedenza. Se così non fosse, dovrai resettare il dispositivo. Comincia creando una copia di backup dei dati presenti in memoria: per farlo potrai avvalerti di alcuni software appositi.

Te ne consiglio qualcuno: Titanium Backup è una delle applicazioni top per questo scopo, permette di salvare app, impostazioni e dati, è gratuita ma richiede il root; Easy Backup and Restore è un’app che permette di mettere in salvo MMS, SMS, rubrica, segnalibri, calendario e tanto altro, in maniera gratuita e senza root; Samsung KIES è un programma che trasferisce i dati dallo smartphone al Pc, è compatibile con Mac OS X e Windows ed è molto semplice da utilizzare; Foto di Google è un’app predefinita che mediante la funzione “Backup e Sincronizzazione” permette di archiviare video e foto senza limiti di spazio.

Dopo aver messo in salvo i dati che non vuoi smarrire, puoi finalmente passare all’azione e resettare il tuo smartphone. Sul menù “Impostazioni” di Android clicca sull’icona a forma di ingranaggio, quindi seleziona “Backup e ripristino” ed entra nella sezione “Ripristina dati di fabbrica”.

Qui, non devi fare altro che cliccare sui pulsanti “Ripristina dispositivo” ed “Elimina tutto”. Aspetta che il tuo smartphone venga riavviato, quindi segui la procedura guidata utile a riconfigurare il sistema. Dovrai reimpostare la lingua preferita, l’account di Google e la connessione wireless.

Leggi anche:

Reset Samsung senza perdere dati: procedura completa

Samsung galaxy note 8: recensione

Come formattare smartphone samsung