Tutti i dispositivi, soprattutto quelli mobili come smartphone e tablet, hanno un limite di memoria interna, che varia a seconda del modello e della fascia di prezzo. Ovviamente più si sale con il costo maggiore memoria si ha a disposizione. Se stai terminando la memoria del dispositivo per la grande quantità di dati archiviati, sappi che puoi installare app su SD, cioè una memoria esterna.

Su questa puoi trasferire la maggior parte dei dati già creati ma anche alcune delle applicazioni installate. Prima di acquistarne una assicurati che nelle specifiche tecniche del dispositivo in tuo possesso venga consentito l’ampliamento della memoria.

Infatti non tutti gli smartphone o tablet hanno uno slot, cioè un alloggiamento, per l’inserimento di una memoria esterna. Sempre nelle specifiche tecniche del prodotto troverai quanto potrai aumentare la memoria con una SD. Altrimenti rischierai di comprare una SD con una capacità maggiore rispetto a quella indicata, quindi inutilizzabile. Dopo queste indicazioni preliminari vediamo nel dettaglio come installare app su SD.

Ecco alcune indicazioni su come installare le applicazioni su SD. Innanzitutto esiste la possibilità di installare manualmente oppure automaticamente app su SD. In altre parole puoi gestire passo passo tutto il procedimento di installazione oppure stabilirne uno di default. Quindi ti basterà indicare una volta sola al dispositivo dove installare l’app, su memoria interna o SD, e poi procederà autonomamente per l’installazione di tutte le app successive.

Questa seconda possibilità non è conosciuta da tutti, quindi tendenzialmente tutti installano le app e poi, in caso, le trasferiscono nella SD. Ma se esiste questa comodità, non ci sono motivi per non utilizzarla. Però per poter installare direttamente app su SD è necessario fare il root del dispositivo.

Tramite il root otterrai il permesso di modificare, non più solo superficialmente, il tuo dispositivo. Avrai l’accesso a tutte le parti del sistema operativo, quindi la possibilità di modificarlo senza limiti. Ovviamente fare il root ha i suoi pro e contro. Il vantaggio maggiore è quello di poter sfruttare al 100% il dispositivo, quindi al massimo delle sue potenzialità.

L’altro vantaggio, che è quello che interessa noi, è l’automatizzazione delle app. Ecco che diventa possibile installare app su SD. Uno degli svantaggi invece è la sicurezza del dispositivo, che per qualche disattenzione potrebbe essere messa a rischio. Quindi se decidi di rootare il tuo smartphone ti consiglio di installare sempre app nella SD da store ufficiali, come Play Store e simili.

Per poter installare app su SD avrai bisogno di un app che si chiama Link2SD, disponibile sui market e totalmente gratuita. Come detto prima per poterla utilizzare avrai bisogno dei permessi di root. Una volta avviata l’applicazione comparirà la lista di applicazioni già installate sul tuo dispositivo.

Potrai spostarle tutte sulla SD, tranne quelle di sistema. Ma questo era già possibile farlo dalle impostazioni. La novità è la possibilità di scegliere il percorso di installazione delle applicazioni. Basta aprire il menù impostazioni dell’applicazione e selezionare la voce “Percorso installazione”.

Per installare le applicazioni su SD clicca sulla voce “Esterna”. Ora in automatico il dispositivo installerà le app su SD. Non ti resta che andare sullo store del tuo dispositivo e scaricare tutte le applicazioni che desideri, tenendo però in considerazione la capacità della SD che hai montato. Ti consiglio di scegliere una SD con la capacità massima possibile per il tuo dispositivo.