Navigando in internet con il proprio cellulare si corre il rischio di finire in una situazione piuttosto spiacevole (e antipatica per il portafogli): trovarsi un abbonamento Mobile pay attivato senza richiesta esplicita. Se avete avuto un’esperienza di questo tipo, o se volete semplicemente mantenervi informati su questo argomento, siete arrivati nel posto giusto: vi spiegheremo infatti come porre rimedio al problema, disattivando gli abbonamenti non richiesti e richiedendo la restituzione del credito.

Mobilepay è una piattaforma online che permette di effettuare pagamenti di piccole somme di denaro (l’importo di ogni singola transazione non può superare 15 euro).

Il servizio è di per sé molto comodo e utile, in quanto consente di eseguire il pagamento di oggetti o servizi acquistati online (come ad esempio un ebook), addebitando il relativo importo direttamente sul credito telefonico o sul contratto telefonico con il proprio operatore mobile.

Purtroppo, numerosi siti poco affidabili includono dei banner pubblicitari, cliccando sui quali l’utente viene ridiretto a una pagina in cui viene proposto un abbonamento periodico a qualche tipo di servizio online. Un click accidentale (ma alcuni siti fraudolenti arrivano addirittura a simulare i click dell’utente) può a questo punto comportare un addebito indesiderato.

Non solo, a conferma dell’avvenuta sottoscrizione dell’abbonamento (voluta o indesiderata che sia), il fornitore del servizio dovrebbe inviare un SMS con gli estremi dell’operazione e i costi che essa comporta.

Tuttavia, spesse volte anche questa semplice regola non viene rispettata. Tutti i principali provider di telefonia mobile operanti sul nostro territorio (Tim, Vodafone, Wind, 3, Postemobile e Fastweb) hanno stretto degli accordi commerciali con società che propongono queste tipologie di “servizi”, pertanto il rischio di incappare in una sottoscrizione Mobile pay attivato senza richiesta è molto elevato.

Vi trovate con un abbonamento Mobile pay attivato senza richiesta e non sapete come uscirne? Niente paura, non fatevi prendere dal panico, ma seguite le semplici indicazioni che ora vi forniremo.

Nel caso abbiate ricevuto un SMS a conferma dell’attivazione dell’abbonamento, evitate anzitutto di chiamare i numeri contenuti nel messaggio: potrebbero infatti comportare degli ulteriori costi addizionali. Viceversa, cercate di contattare immediatamente il vostro operatore telefonico (chiamando il numero del servizio clienti), chiedendo la disattivazione dell’abbonamento non desiderato, la restituzione del credito (che vi è stato scalato o che vi verrà addebitato nel conto telefonico), e il blocco permanente dei servizi digitali a pagamento.

Alcuni operatori sono piuttosto restii a concedere questo tipo di rimborsi, ma con un po’ di insistenza la richiesta, in generale, produce dei buoni risultati.

Qualora non riusciste a mettervi in contatto con il servizio clienti del vostro operatore di telefonia mobile, potete comunque procedere con la disattivazione manuale dell’abbonamento.

Questa operazione può essere effettuata tramite l’app ufficiale del vostro operatore (l’abbonamento dovrebbe essere elencato tra i servizi digitali inclusi nelle offerte attive), oppure accedendo direttamente al sito web della piattaforma Mobilepay. Inserendo il vostro numero di cellulare e il vostro operatore, riceverete un SMS contenente il codice di accesso al sito, dove potrete rimuovere i servizi attivi sulla vostra utenza.